Iscriviti

The Lion’s Song, avventura in pixel art sul tema della creatività umana

Dopo ottimi riconoscimenti ottenuti su piattaforma Steam per PC, la gaming house Mipumi Games ha distribuito anche su Android il videogame punta e clicca "The Lion's Song", un'avventura in pixel art sul tema della creatività e delle difficoltà nello sbloccarla.

Games
Pubblicato il 20 luglio 2017, alle ore 17:56

Mi piace
14
0
The Lion’s Song, avventura in pixel art sul tema della creatività umana

Dopo un ottimo riscontro ottenuto su PC (Steam), la gaming house indie Mipumi Games ha deciso di distribuire anche su piattaforma Android la bellissima avventura narrativa “The Lion’s Song”, un punta e clicca che, grazie alla qualità dei dialoghi e della storia, ha ottenuto numerosi riconoscimenti.

The Lion’s Song è, tecnicamente, un videogame punta e clicca, anche se – a conti fatti – si può parlare di un’avventura narrativa con componenti ludico interattive: è la storia di tre grandi menti che, nell’Austria di inizio 1900, si confrontano con i temi tipici degli artisti, degli scienziati, e dei poeti, ovvero con la problematica del dare sbocco alla propria creatività

La storia è divisa in 4 capitoli: con i primi 3 dedicati a ciascuno dei 3 protagonisti del gioco. Nel primo tempo (“Silence”), assistiamo alle vicende di una giovane violinista che, a Vienna, viene notata da un maestro di musica e, dato il suo talento, viene scelta per un grande concerto: peccato che, d’un tratto, le si blocchi l’ispirazione per comporre la sua ultima opera e, per questo motivo, il suo mentore (nonché partner nella vita) la manderà in uno chalet sui monti, ove la ragazza dovrà trarre ispirazione da ogni elemento che incontrerà, pur di portare a termine il suo capolavoro. 

Il secondo episodio, invece, è dedicato ad un pittore che affronta le difficoltà del suo percorso di crescita personale, mentre il capitolo successivo ruota attorno alle vicende di una geniale matematica che cercherà di imporre se stessa all’interno di un settore estremamente maschilista, trovandosi a tu per tu col classico incubo di ogni grande mente: partire da un foglio bianco. 

Molto interessante è il fatto che le varie scelte fatte influenzeranno – in una direzione o nell’altra – la personalità del protagonista dell’episodio e, a lungo andare, anche la vicenda complessiva della storia, legata da un misterioso viaggio in treno, oggetto del quarto ed ultimo episodio (“Closure”). Oltre ai dialoghi, anche l‘audio è suggestivo – in “The Lion’s Song”, per non parlare della grafica, in pixel art, tipica dei coin-up degli anni ’80/90. 

Il videogame in questione è disponibile al download nel Play Store di Android, al prezzo di 5.49 euro. Non si tratta di un titolo gratuito o freemium, quindi, ma – in compenso – con la spesa una tantum indicata – si disporrà di un gioco completo, senza pubblicità ed acquisti in-app

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Dal trailer che la gaming house ha distribuito su YouTube, per presentare questo videogame, mi sento di dire che si tratti di una piccola opera d'arte del genere videoludico: indubbiamente, una storia molto originale nella quale, tuttavia, avrei incentivato l'elemento interattivo, volto a sbloccare la creatività del protagonista cui vien dedicato l'episodio di turno. Invece, in alcuni momenti, l'incedere della storia sembra piatto e senza climax: per questo motivo, consiglio "The Lion's Song" a chi cerca un gioco impegnato che soddisfi anche l'occhio ed il cuore, più che a chi cerca un mero e frenetico intrattenimento.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!