Iscriviti

"Stellaris: Apocalypse", espansione nuova e…ricca di contenuti?

L'espansione di "Stellaris" è un pacchetto con delle funzioni e delle armi aggiuntive per il proprio esercito interspaziale, il problema è che il numero delle novità è davvero risicato.

Games
Pubblicato il 10 marzo 2018, alle ore 19:36

Mi piace
12
0
"Stellaris: Apocalypse", espansione nuova e…ricca di contenuti?

Stellaris” è un gioco di strategia ambientato negli ambienti delle galassie più profonde e nascoste, messo sul mercato nel 2016, il quale ha ricevuto elogi da parte della critica, ma anche alcune considerazioni, molte delle quali sono state sistemate con l’eccellente patch 2.0 che ha portato il livello di gioco e dei controlli a grandi vette di qualità, premiate con ottimi voti da ogni recensore.

Questo “Stellaris: Apocalypse” non si deve confondere con la precedente espansione del 2017, “Utopia“, che ha portato altro materiale di buon valore ai giocatori, e nemmeno, per l’appunto, con la patch 2.0. “Stellaris: Apocalypse” è un prodotto nuovo, uscito a fine febbraio 2018, con delle novità, interessanti, che meritano però molte osservazioni.

La novità più rilevante di “Stellaris: Apocalypse” è l’aggiunta delle navi di classe Titan, giganteschi veicoli spaziali in grado di spazzare via ogni genere di avversario con un solo colpo, salvo le navi nemiche della stessa classe. Ogni razza avrà la propria astronave Titan con le caratteristiche tipiche di quella stirpe e con buone possibilità di personalizzazione e potenziamento.

Gli sviluppatori di Paradox hanno anche introdotto le armi Colossus, armi che portano l’apocalisse nello spazio, dando il nome all’espansione: quattro generi di armi che possono anche distruggere un pianeta, con effetti spettacolari. Una volta utilizzate, però, finito il loro compito limitato a singolo colpo per partita, il fascino di queste armi di distruzione lascia spazio subito alla normalità.

Sì. perché il problema di “Stellaris: Apocalypse” è proprio questo: la mancanza di contenuti dell’espansione. Se con “Utopia” si era raggiunto un discreto livello con l’implementazione di nuove mappe spaziali e di consistenti novità nel gameplay, qui c’è poco altro da segnalare; nessuna variabile alle modalità di gioco, nessuna mappa, nuove unità limitate a quelle sopra citate.

Oltretutto, la creazione di astronavi Titan richiede molto tempo, mentre è necessaria una partita intera e lunga per arrivare al traguardo del possesso di un’arma Colossus, che si esaurisce subito dopo il suo uso. Gli sviluppatori di Paradox hanno mancato di fantasia e originalità in questa espansione, ed il prodotto finale non è per niente ben riuscito.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - "Stellaris: Apocalypse" è, senza mezzi termini, un pessimo lavoro. Gli sviluppatori di Paradox hanno operato proprio male, creando un'espansione povera di contenuti: un paio di variazioni sul tema delle unità, e la creazione (peraltro complessa e molto limitata) delle astronavi Titan e delle armi Colossus: per il resto, proprio niente. Queste novità avrebbero tranquillamente potuto rientrare nel pacchetto dell'ottima patch 2.0, di recente rilascio gratuito ai possessori di "Stellaris". Sconsiglio fortemente l'acquisto di questa espansione: "Stellaris: Apocalypse" non può che ottenere una stella di valutazione su cinque.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!