Iscriviti

"Kingdom Come: Deliverance – From the Ashes": primo DLC per il gioco di ruolo del 2018

"Kingdom Come: Deliverance - From the Ashes" rappresenta il primo contenuto scaricabile valido come vera e propria espansione. I contenuti di questo DLC sono piacevoli, ma fini a se stessi.

Games
Pubblicato il 19 luglio 2018, alle ore 14:32

Mi piace
9
0
"Kingdom Come: Deliverance – From the Ashes": primo DLC per il gioco di ruolo del 2018

Kingdom Come: Deliverance – From the Ashes” rappresenta il primo contenuto scaricabile di livello, paragonabile ad una espansione, del gioco di ruolo che si è presentato come il migliore, o uno dei migliori, dell’anno 2018. “From The Ashes” si può scaricare dalla piattaforma Steam al prezzo di 9,99 euro.

Ad un certo punto di gioco della campagna principale, il protagonista Henry viene nominato balivo (governatore) di un piccolo villaggio distrutto, Pribyslavits. Qui, già un primo momento di sconcerto, specie per i giocatori che stanno per completare l’immensa storia di “Kingdom Core: Deliverance”: se si è già verso la fine del gioco, non si avrà il tempo per riportare allo splendore il piccolo villaggio boemo.

Chi invece ricomincerà la campagna o si ritrova solo nella prima parte di gioco, troverà Pribyslavits in cenere e dovrà ricostruirlo ma, con uno spazio molto ampio, si avrà modo di costruire solo molte abitazioni in legno. Inoltre, si potranno avviare la stragrande maggioranza delle attività produttive previste nella storia principale, ma nessuna nuova: in fin dei conti, si tratta perciò di una nuova zona senza novità di merito.

Anche le missioni secondarie da svolgere sono monotematiche: la maggior parte di esse sono delle semplici consegne da fare tra un personaggio e l’altro, tra il villaggio ricostruito e l’esterno. Poca carne al fuoco, ma qualcosa di buono per fortuna c’è, come la scelta degli architetti incaricati della ricostruzione: ognuno di essi darà alle case uno stile personale e diverso.

Gli altri punti a favore sono una nuova gamma di cavalli che verranno cresciuti dagli allevatori di Pribyslavits, e degli oggetti un poco più potenti con cui equipaggiarsi. Ciò che è buono finisce qui, confermando “Kingdom Come: Deliverance – From the Ashes” come un’espansione valida, ma molto fine a se stessa, attendendo contenuti scaricabili ed espansioni per il futuro più valide di questa.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - "Kingdom Come: Deliverance - From the Ashes" rappresenta la prima espansione di uno dei giochi di ruolo del 2018, che però non rispetta affatto la qualità e la quantità del brillante prodotto uscito nel febbraio di questo anno. C'è un villaggio da ricostruire ed un'area tutta nuova, qualche cavallo e qualche oggetto di valore, poi niente di più. Per di più, c'è la possibilità che chi sta finendo o ha finito il gioco non vedrà mai il suo villaggio sorgere, è un'espansione collocata a metà gioco. Insomma, c'è una nuova area interessante, ma i contenuti sono fini a se stessi. Siamo lontani dalle cinque stelle di voto del gioco principale, perché "Kingdom Come: Deliverance - From the Ashes" merita due stelle su un massimo di cinque.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!