Iscriviti

Gp Monza: Hamilton vince e allunga nel mondiale. Raikkonen 2°, Vettel sbaglia in avvio e finisce 4°

La Mercedes del campione del Mondo sbaraglia la supremazia delle rosse e vince il Gran Premio d’Italia. Decisivo un contatto in avvio tra Hamilton e Vettel che ha penalizzato il tedesco. Sul terzo gradino del podio l’altra Mercedes di Bottas

Formula 1
Pubblicato il 2 settembre 2018, alle ore 18:08

Mi piace
18
0
Gp Monza: Hamilton vince e allunga nel mondiale. Raikkonen 2°, Vettel sbaglia in avvio e finisce 4°

Ci si aspettava una festa Ferrari al Gran Premio d’Italia dopo la prima fila tutta rossa dopo le qualifiche, ma alla fine è stato Lewis Hamilton a conquistare la vittoria sul circuito di Monza e ad allungare nella classifica mondiale.

La gara ha vissuto tre momenti salienti, che hanno deciso il vincitore: l’errore di Vettel al primo giro, la strategia Mercedes e i problemi alle gomme di Raikkonen. Subito dopo il via, Lewis Hamilton, partito terzo, ha provato a giocarsi il tutto per tutto attaccando sin dalle prime curve Sebastian Vettel. Alla variante della Roggia, l’inglese è riuscito a sorpassare la Ferrari del tedesco che a sua volta ha toccato la Mercedes andando in testacoda. Nell’incidente la rossa ha subito il danneggiamento dell’ala posteriore che ha costretto Vettel ad una sosta forzata ai box per il cambio.

A quel punto la gara è stata animata dal duello tra Raikkonen e Hamilton e si è decisa con una migliore strategia della Mercedes, che ha ritardato il rientro per il cambio gomme. Il ferrarista, dopo il pit stop, ha ripreso la prima posizione, ma il cambio anticipato si è fatto sentire nel finale, quando le gomme hanno iniziato a cedere. Ne ha approfittato Hamilton, che al 44° giro ha piazzato il sorpasso decisivo ed è andato a vincere il gran premio davanti al finlandese.

Sul terzo gradino del podio è finito Valtteri Bottas (Mercedes) che ha approfittato di una penalizzazione di 5” inflitta a Max Verstappen (Red Bull), che ha consentito anche a Sebastian Vettel di guadagnare una posizione e finire quarto, davanti proprio al giovane pilota olandese. L’ordine d’arrivo è stato completato da Romain Grosjean (Hass) sesto, Esteban Ocon (Force India) settimo, Sergio Perez (Force India) ottavo, Carlos Sainz (Renault) nono e Lance Stroll (Williams) decimo.

Quando siamo giunti a due terzi del campionato, Lewis Hamilton conduce il mondiale con 256 punti, davanti a Sebastian Vettel, adesso a -30, e Kimi Raikkonen (-92). Tra i costruttori la Mercedes è in testa con 415 punti, davanti a Ferrari (390) e Red Bull (248). Prossima gara a Singapore il 16 settembre.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Costantino Ferrulli

Costantino Ferrulli - Ci si aspettava e auspicava un successo della Ferrari e che Vettel accorciasse nel mondiale e invece è successo il contrario. La rossa in questa gara ha pagato qualche errore del suo pilota di punta e un cambio gomme anticipato, forse perché pressata dalla strategia Mercedes. Onore a Hamilton, ma il campionato è tutt’altro che chiuso, visto l’ottima qualifica delle rosse che si sono dimostrate molto veloci e competitive.

Lascia un tuo commento
Commenti
Francesco Menna
Francesco Menna

02 settembre 2018 - 22:59:34

Ha commesso molti errori quest'anno vettel e Hamilton ha sempre vinto. Quando vettel vince, invece, hamilton arriva secondo e limita sempre i danni. la "furbizia" sta anche in queste piccole cose

0
Rispondi