Iscriviti

Formula 1: in Cina Ricciardo sorprende tutti, Ferrari incolore e sfortunata

Nel GP della Cina Ricciardo sorprende Ferrari e Mercedes e conquista una vittoria tra mille difficoltà; al secondo posto si classifica Bottas, mentre Kimi Raikkonen conquista la terza piazza. Sebastian Vettel giunge ottavo dopo uno scontro con Verstappen.

Formula 1
Pubblicato il 15 aprile 2018, alle ore 22:55

Mi piace
9
0
Formula 1: in Cina Ricciardo sorprende tutti, Ferrari incolore e sfortunata

Il Gran Premio di Cina 2018 premia Daniel Ricciardo che conquista la vittoria sulla sua Red Bull, primo successo stagionale per la squadra anglo-austriaca; non riesce ancora a vincere la favorita Mercedes, che giunge seconda con Valtteri Bottas. Kimi Raikkonen si classifica in terza posizione.

La gara parte con il buono scatto di Vettel, mentre Raikkonen viene insidiato nelle prime tortuose curve, favorendo prima il sorpasso di Bottas e successivamente quello molto aggressivo di Verstappen (Red Bull), che trafigge il ferrarista, a quel punto quinto dopo poche curve, sorpassato anche da Lewis Hamilton (Mercedes).

La prima parte di gara è sostanzialmente lineare, con l’incedere di Vettel che detta il passo rispetto agli avversari, con le Mercedes buone ma non in grande spolvero. La Red Bull prova ad insidiare la seconda posizione con Verstappen e Ricciardo, che cercano di infastidire il duo delle frecce d’argento, senza provocare grandi scossoni.

A smuovere lo stallo della corsa ci pensa Pierre Gasly (Toro Rosso), che tenta un sorpasso disastroso sul suo compagno di squadra, Brandon Hartley. La manovra è uno sfacelo, le due vetture faentine chiudono ingloriosamente la gara, spargendo detriti dappertutto, che costringono la safety car al suo ingresso in pista.

La gara cambia completamente: la Red Bull azzecca i pit stop e piazza davanti a tutti Ricciardo, ponendo anche Verstappen nelle condizioni di dare l’attacco alle prime posizioni. Vettel cade dietro Ricciardo e Bottas, mentre Raikkonen si ritrova più indietro insieme ad Hamilton, quella odierna non è stata certo la migliore versione del campione del mondo.

Le emozioni ed i sorpassi in pista si susseguono: un’altra volta, come nelle ultime stagioni, protagonista di episodi al limite del regolamento è Max Verstappen, che prova il sorpasso alla curva a 180 gradi a destra dopo il rettilineo chilometrico; lo scontro dell’olandese con la vettura del ferrarista relega entrambi nelle posizioni di mezza classifica, favorendo solo Kimi Raikkonen e Lewis Hamilton.

Vince Ricciardo, con Bottas e Raikkonen con lui sul podio; Hamilton è quarto, lontano dai primi, quinto Verstappen. A punti vanno anche Hulkenberg (Renault), Alonso (McLaren), Vettel, Sainz (Renault) e Magnussen (Haas). Vettel rimane primo con 54 punti, Hamilton si avvicina a 45, Bottas è a 40, Ricciardo a 37 punti. Prossima gara: in Azerbaijan, sul circuito cittadino di Baku, il 29 aprile 2018.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Il Mondiale di F1 vede la sua prima svolta dopo il lungo rettilineo rosso delle prime due gare, tutto a favore di Vettel. Ricciardo conquista con una scaltra strategia la vittoria, dimostrando che messa davanti a tutti, anche la Red Bull risulta competitiva: un avversario in più per le grandi favorite. Meno scaltro e più maldestro è Verstappen, che con i suoi soliti sorpassi al limite, costringe Vettel all'ottavo posto dopo la collisione delle due auto; l'olandese è spettacolare, ma tutto ha un limite. In chiaroscuro anche le Mercedes,. con Bottas secondo e con un Hamilton quarto, in affanno, ma che alla fine conquista punti rispetto a Vettel. Vincerà chi correrà meglio e chi compirà meno errori. Un punto pare acclarato: dopo tre gare, la Mercedes non ha ancora vinto, è un segno che le cose stanno mutando rispetto agli ultimi anni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!