Iscriviti

USA, lascia in auto le figlie per uscire con gli amici: entrambe morte

Esce a divertirsi con gli amici e, per non occuparsi delle sue figlie di appena uno e due anni, decide di lasciarle in macchina ignorando le loro urla strazianti. Non c'è stato nulla da fare.

Esteri
Pubblicato il 12 giugno 2017, alle ore 18:30

Mi piace
13
0
USA, lascia in auto le figlie per uscire con gli amici: entrambe morte
Pubblicità

Texas. Saranno gli inquirenti a stabilire se l’atto commesso da Amanda Hawkins, mamma 19enne del Texas, sia stato un atto di assoluta follia o di lucida crudeltà, se è stata un’agghiacciante incoscienza o una volontà omicida, ma l’unica cosa certa è che la ragazza ha di fatto ucciso le figliolette di uno e due anni lasciandole volontariamente chiuse in un’auto surriscaldata per 15 ore mentre lei si divertiva con gli amici. 

Lo sceriffo della Contea di Kerr, Hierholzer, lo ha affermato come il caso più terribile di violenza su minori che ho visto in 37 anni di carriera.
Il tragico fatto è accaduto martedì intorno alle 21 di sera, quando Amanda ha deciso di andare con un 16enne e ad altri amici a casa di alcuni vicini, per passare la serata tutti insieme, lasciando entrambe le sue bambine chiuse in macchina: Brynn Hawkins di un anno, e Addyson Overgard-Eddy, di due anni.

La madre ha passato tutta la notte a divertirsi ignorando completamente le bambine che piangevano disperate, nonostante i suoi stessi amici le avessero più volte segnalato che le piccole soffrivano e si lamentavano.

Il marito della donna, Isaac, non era presente per poter tenere le figlie, e lei non aveva alcuna intenzione di preoccuparsi di loro. È tornata a occuparsene solo a mezzogiorno di mercoledì, il giorno dopo, dopo ben 15 ore, quando la macchina era surriscaldata – la temperatura esterna era di 34 gradi – e le bimbe erano ormai in stato di incoscienza e in gravi condizioni. A quel punto la madre è stata assalita dalla paura di subire conseguenze penali e, per salvarsi, invece di portarle in ospedale ha preferito tacere e riportarle a casa.

E’ stato l’amico di 16 anni, a forza di insistere, a convincerla solo giovedì ad andare al pronto soccorso con le piccole, ma ormai era troppo tardi: quando sono arrivate al Centro medico regionale Peterson di Kerrsville, le bimbe erano in condizioni così gravi che sono state trasferite all’ospedale universitario di San Antonio, a più di un’ora di macchina di distanza. Una volta lì, Brynn e Addyson sono morte dopo poco, alle 17, dopo una lunga agonia.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Non si possono neanche commentare notizie di questo genere, perchè probabilmente uscirebbero solo insulti e critiche verso qualcuno che probabilmente non può neanche essere definita madre e men che meno persona. Siamo di fronte ad un omicidio a sangue freddo di due bambine di appena uno e due anni. Assurdo.

Lascia un tuo commento
Commenti
Vincenzo Micieli
Vincenzo Micieli

14 giugno 2017 - 11:41:31

allucinante

0
Rispondi
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

12 giugno 2017 - 20:58:26

Sempre detto che non a tutti andrebbe concesso il privilegio di far figli.

0
Rispondi