Iscriviti

Usa, affoga il figlio: dopo averlo decapitato, lo getta nella spazzatura

Uccide il figlio annegandolo nella vasca da bagno: poi, per liberarsi del cadavere, lo decapita e lo getta nella spazzatura. A scoprire l'inquietante omicidio il padre del piccolo, ritornato dal lavoro.

Esteri
Pubblicato il 4 dicembre 2018, alle ore 10:49

Mi piace
2
0
Usa, affoga il figlio: dopo averlo decapitato, lo getta nella spazzatura

Una storia agghiacciante quella che arriva da Houston, negli Stati Uniti, dove una madre ha affogato il figlio di soli 5 anni, per poi nascondere il cadavere decapitandolo e mettendolo all’interno di un sacco della spazzatura. Così come rivela il Sun, è stato il padre del bambino a chiamare i soccorsi quando, ritornando a casa al termine della sua giornata lavorativa, si è trovato di fronte all’inquietante scena del delitto.

La notizia di Lihui Liu, e del suo folle omicidio compiuto sul figlio, popola tutte le pagine dei più famosi tabloid americani. Il marito della 43enne parla della battaglia della moglie contro la depressione iniziata a marzo di quest’anno, e del suo tentato suicidio avvenuto nell’agosto dello stesso anno. Per aiutare i problemi psicologici della moglie, l’uomo l’ha mandata nella sua terra d’origine. in Cina, per passare alcuni giorni con la famiglia, con la speranza che potesse ritrovare la pace persa.

L’omicidio senza alcun movente

Quando Lihui è ritornata a casa dalla sua vacanza in Cina con la famiglia, è apparsa al marito con dei capelli cortissimi, probabilmente tagliati durante una crisi. L’uomo però, essendo sicuro dell’amore incondizionato che provava per i figli, non ha mai avuto alcun dubbio sul poter lasciare da soli la moglie ed i bambini. In precedenza, la donna non ha mai mostrato alcun segno di violenza contro il figlio di 5 anni e la figlia maggiore di 13 anni.

Kai Xu, poliziotto e marito della 43enne, era appena tornato a casa dal lavoro, quando si è trovato di fronte ad una scena agghiacciante. La moglie gli aveva rivelato di aver spedito il figlio minore lontano da casa, e fin da subito l’uomo ha capito che era successo qualcosa di tragico. Dopo aver cercato il bambino nei dintorni della casa, ha poi scoperto il corpo del figlio all’interno di un sacco della spazzatura in garage, privo di testa. 

L’uomo ha chiamato subito la polizia, che ha successivamente trovato la testa del bambino e arrestato la donna. Fin dal suo arresto, la 43enne non ha voluto parlare delle motivazioni che l’hanno spinta ad affogare il figlio, per poi decapitarlo. Nonostante la battaglia che stava combattendo contro la depressione, il marito afferma che si sia spesso rifiutata di prendere i medicinali.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Non ci sono davvero parole per descrivere un omicidio tanto agghiacciante. Nonostante la madre provasse un amore incondizionato verso il proprio figlio, la malattia l'ha portata a tanto. Ora il padre si ritrova a crescere la figlia maggiore di 13 anni, mentre la moglie e madre rimarrà dietro le sbarre come omicida, e con un lutto ed una responsabilità che probabilmente si porterà addosso fino alla fine.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!