Iscriviti

Una perizia psichiatrica per Marine Le Pen

E' quello che hanno richiesto i giudici francesi dopo che presidente del Front National ha pubblicato su Twitter delle foto di esecuzioni dello Stato Islamico

Esteri
Pubblicato il 21 settembre 2018, alle ore 19:10

Mi piace
9
0
Una perizia psichiatrica per Marine Le Pen

Marine Le Pen, indignata, ha twittato un post affermando che il 18 settembre la magistratura le ha richiesto di sottoporsi ad una visita psichiatrica.

La leader francese ha denunciato le violenze dell’ISIS pubblicando su Twitter immagini di alcune esecuzioni, tra le quali quella del giornalista americano James Foley. Così scrive: “Credevo di averne diritto, ma non è così! Per aver denunciato gli orrori dell’Isis attraverso i tweet, la ‘giustizia’ mi sottopone a perizia psichiatrica! Fino a che punto arriveranno?“.

Cosa è accaduto ed i commenti

Il caso risale a tre anni fa, poco dopo l’attentato al Bataclan quando in risposta al giornalista Jean Jaques Bourdin che aveva fatto un parallelo tra il Front National e lo Stato Islamico, la Le Pen aveva pubblicato le foto incriminate con il commento “Questo è il Daesh!”. In seguito all’episodio un magistrato di Nanterre la incriminò per diffusione di immagini violente e se dovesse perdere la causa rischia di pagare 75.000€ e fare 3 anni di carcere. La Le Pen ha affermato che non si presenterà e vorrà vedere come la costringeranno a farlo.

Ha criticato la decisione dei giudici anche il leader della sinistra francese Jean Luc Mélenchon: “Disaccordo totale con la psichiatrizzazione della politica. Madame Le Pen è responsabile delle sue azioni politiche. Non è vero che per combatterla ogni mezzo è buono e accettabile. Non è con tali metodi che l’estrema destra sarà arginata”.

Immediata solidarietà è arrivata da tutti i partiti, cosiddetti populisti, di tutta Europa, compresi i politici italiani Matteo Salvini e Giorgia Meloni che ha affermato che “se c’è qualcuno che deve essere sottoposto ad una perizia psichiatrica è la magistratura francese, non chi come Marine ha denunciato il pericolo del terrorismo islamico pubblicando le foto delle esecuzioni dell’Isis”.

Marine Le Pen è la candidata che nel 2017 ha sfidato Emmanuel Macron alle presidenziali francesi ottenendo quasi 8 milioni di voti, record storico per il suo partito.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Ivan Luca Zappa

Ivan Luca Zappa - Al di la di come la si possa pensare politicamente, la decisione della procura di Nanterre, lascia perplessi. Quali sono i limiti della propaganda politica? Quali quelli del diritto di informazione? Quali soprattutto quelli dell'intervento della magistratura? Sono tutti interrogativi di difficile risposta, ai quali, in mancanza di una normativa specifica solo il buonsenso può rispondere.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!