Iscriviti

Sterminata una famiglia macedone residente in Friuli

Una famiglia macedone composta da padre, madre e figlia adolescente sarebbe stata uccisa nel sonno in Macedonia. Si indaga sulla cerchia familiare e non si escludono coinvolgimenti di parenti.

Esteri
Pubblicato il 29 agosto 2018, alle ore 09:37

Mi piace
6
0
Sterminata una famiglia macedone residente in Friuli

Una famiglia macedone da tempo residente in Friuli è stata sterminata nel sonno in Macedonia nell’abitazione natale a Debar, piccolo centro della Macedonia al confine con l’Albania. Si tratta di Amid Pocesta, di 55 anni, la moglie Nazmije, 53 anni, e la figlia Anila, di 14 anni, ritrovati tutti senza vita nelle loro camere da letto in un lago di sangue da un parente che era andato a cercarli perchè aveva provato a mettersi in contatto con loro e non vi era riuscito. 

L’assassino sarebbe penetrato nel cuore della notte nell’abitazione dei Pocesta intorno alle 3 di notte; munito di pistola, e approfittando del fatto che stavano tutti dormendo, avrebbe sparato a bruciapelo uno ad uno. I primi ad essere uccisi sono stati i genitori ed in un secondo momento la figlia 14enne. I parenti che vivono nella casa vicina dicono di non aver sentito alcun rumore particolare in quelle ore.

La famiglia era tornata in Macedonia in occasione di un matrimonio di una parente. La strage sarebbe avvenuta il 27 agosto. Sarebbe rimasta un’unica superstite, la figlia più grande che era in Italia a causa di impegni di lavoro.

Secondo quanto scrive il Messaggero Veneto che ha riportato la notizia, la famiglia sarebbe scappata tanti anni fa dalla guerra e l’Italia era diventata la loro nuova casa. Amid faceva l’operaio e la moglie Nazmije, pur essendo laureata in chimica, faceva la domestica. I Pocesta erano di origine albanese ma residenti da anni a Sacile, in provincia di Pordenone

Le indagini si sono subito concentrate sulla cerchia dei familiari ed in particolare su uno che ora risulta irreperibile, con il quale la famiglia Pocesta avrebbe avuto delle discussioni legate ai confini di proprietà. Sarebbero state compiute già diverse perquisizioni e si spera di giungere presto ad una definizione del caso.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Beatrice Cinnirella

Beatrice Cinnirella - Una notizia che lascia senza parole. Una famiglia intera sterminata per futili motivi sui confini di proprietà. Tre vite spezzate per degli stupidi confini. La vita umana vale così poco per alcuni? Spero che le indagini portino presto al colpevole che paghi veramente per la strage che ha compiuto ingiustamente.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!