Iscriviti

Secondo la stampa catalana, ci sarà un nuovo mandato di arresto europeo per Puigdemont entro aprile

Il leader indipendentista catalano si trova in Belgio. Un precedente mandato di arresto europeo era stato ritirato nel corso del mese di dicembre per il rischio di una bocciatura da parte della giustizia belga

Esteri
Pubblicato il 12 febbraio 2018, alle ore 18:39

Mi piace
4
0
Secondo la stampa catalana, ci sarà un nuovo mandato di arresto europeo per Puigdemont entro aprile

Il tribunale supremo spagnolo riattiverà molto probabilmente entro il mese di aprile il mandato di arresto europeo contro il presidente deposto catalano Carles Puigdemont, attualmente in esilio in Belgio, secondo quanto riportato da La Vanguardia. 

Un precedente mandato dello stesso tipo era stato ritirato lo scorso mese di dicembre per il rischio, secondo i giornali catalani, di una bocciatura da parte degli organi di giustizia del Belgio. Il tribunale supremo dovrebbe procedere il prossimo mese di aprile all’incriminazione formale per `ribellione´ di  tutti i leader indipendentisti catalani.  

Nuovo mandato di arresto europeo in arrivo per Carles Puigdemont

L’indiscrezione arriva in giorni particolarmente complessi per le autorità di Madrid, dove il peso di una soluzione ancora lontana alla crisi catalana si fa sentire. L’85% degli spagnoli vuole che il premier Mariano Rajoy dia le sue dimissioni ed anche il 62% dei suoi elettori del Partito Popolare ritengono che debba lasciare l’incarico ad un altro esponente dei popolari. Queste sono le percentuali che emergono da un sondaggio Metroscopy pubblicato dal quotidiano El Pais.

Ben ill 62%, che sale all’85% tra i sostenitori dei`Popolari´, crede che l’economia spagnola sia in fase di miglioramento ma oltre la metà, circa il 53%, pensa che il governo non abbia alcun merito al riguardo, mentre il 42% ne attribuisce il merito all’attuale governo. Il sondaggio registra anche il sorpasso di Ciudadanos di Alberto Rivera sui Popolari. 

Ciudadanos, partito che già il 21 dicembre in Catalogna, anche se formalmente unionista, è diventato la prima formazione della regione con il 36% a scapito dei Popolari del 62enne Rajoy. È cresciuta di ben 16 punti percentuali anche la popolarità di Rivera che adesso è gradito al 39% degli elettori spagnoli. Questi ultimi lo ritengono l’opzione migliore per risolvere la crisi catalana.  Una crisi che sembra ancora ben lungi dall’essere risolta. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Luca Santini

Luca Santini - Questa nuova indiscrezione in merito alla sorte di Carles Puigdemont sembra acuire ulteriormente la tensione in Catalogna. La regione non si è ancora ripresa dagli scontri registrati nei giorni del referendum indipendentista e la crisi istituzionale continua senza sosta. Non sembra ancora intravedersi alcuna soluzione politica all'orizzonte. Sarà necessaria una grande opera di mediazione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!