Iscriviti

Scoperta del decennio in Portogallo: ritrovata nave affondata 400 anni fa

Definita la scoperta del decennio, in Portogallo è stata ritrovata una nave affondata all'incirca 400 anni fa e conservata in perfette condizioni. Ecco quanto è stato ritrovato.

Esteri
Pubblicato il 26 settembre 2018, alle ore 13:19

Mi piace
2
0
Scoperta del decennio in Portogallo: ritrovata nave affondata 400 anni fa

Jorge Freire, direttore del progetto che sta esplorando il relitto del vascello portoghese ritrovato sui fondali nei pressi di Lisbona, non ha problemi a definirla la scoperta del decennio. Un ritrovamento molto importante, forse il più importante di sempre per il loro Paese dal punto di vista del patrimonio storico-culturale.

Datato all’incirca 1575-1615, il vascello in questione racchiude moltissima storia del popolo portoghese e rafforza anche un’importante teoria sulla foce del fiuma Tago, dove sono stati ritrovati numerosi relitti.

La scoperta

I Portoghesi stavano esplorando con un radar il fondale marino, proprio per aggiornare le carte degli eventuali relitti presenti, ed ecco riemergere qualcosa che non era stato segnato e neanche mai studiato. Da lì è partita la spedizione per scovare quel curioso relitto di cui non si sapeva ancora dell’esistenza; una volta giunti sul posto la sorpresa nel vedere il patrimonio che il mare aveva custodito tanto gelosamente e con cura è stata davvero immensa.

Ritrovate spezie e ceramiche cinesi

Da quanto si deduce dai resti ritrovati nel vascello, la nave stava ritornando da uno dei numerosi scambi con l’Oriente che in quel periodo il paese compiva. Uno scambio che purtroppo non si è concluso nel modo migliore essendo la nave svanita completamente in mare.

Ciò che è stato ritrovato e che rafforza questa tesi, sono numerose spezie, come il pepe, e anche alcune ceramiche cinesi, con le classiche decorazioni orientali e dai colori accesi. Ma non solo, tra i ritrovamenti anche una serie di conchiglie che all’epoca venivano utilizzate per la tratta degli schiavi, e dei grandi cannoni in bronzo con presente l’incisione dello stemma portoghese che tra l’altro viene tutt’ora utilizzato nelle navi.

Le foto che sono state scattate al relitto sono davvero sensazionali e lo studio è ancora agli inizi. Freire è certo che le scoperte che porterà questo vascello saranno numerose.

Per ora è stata rafforazata la tesi che sulla foce del fiume Tago moltissimi sono i relitti che si sono ritrovati e che potranno essere reperiti anche in futuro, poichè da sempre considerata una tratta molto pericolosa.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Le immagini che sono state scattate al relitto sono da togliere il fiato, così come le porcellane ritrovate, di una bellezza davvero unica. E' incredibile vedere quanto siano state conservate con cura e perfezione. Queste scoperte lasciano sempre a bocca aperta anche chi di queste cose non se ne intende.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!