Iscriviti

Paul Gascoigne è nuovamente nei guai: su di lui pende l’accusa di violenza sessuale

L’ex giocatore della Lazio andrà a processo il prossimo 11 dicembre per difendersi dall’accusa di molestie sessuali. Per “Gazza” è l’ennesima folle bravata di una vita sopra le righe.

Esteri
Pubblicato il 23 novembre 2018, alle ore 17:43

Mi piace
12
0
Paul Gascoigne è nuovamente nei guai: su di lui pende l’accusa di violenza sessuale

Paul Gascoigne è ancora una volta nei guai. Arrestato lo scorso 20 agosto per molestie sessuali, dovrà ora difendersi durante il processo che partirà il prossimo 11 dicembre. Per l’ex giocatore di Newcastle, Tottenham e Lazio, le accuse sono pesanti. Stando alla ricostruzione dei fatti, avrebbe toccato in maniera decisamente inappropriata una donna. I fatti risalgono allo scorso mese di agosto, quando l’ex calciatore della nazionale inglese si trovava su un treno partito da York.

La donna vittima dell’aggressione avrebbe immediatamente segnalato il fatto alle autorità, che hanno trattenuto Gascoigne per un paio d’ore all’interno della stazione ferroviaria di Durham. Stando alle prime indagini, gli investigatori hanno rilevato la fondatezza delle accuse. Da qui è scattata la formalizzazione dell’imputazione per molestie sessuali e il rinvio a giudizio.

Non è certo la prima volta che “Gazza” finisce nel mirino della cronaca. La sua intera carriera sportiva è stata segnata da diversi episodi deplorevoli. Gli eccessi goliardici, le irriverenti trasgressioni, gli scherzi, i vizi, le folli bravate, i problemi con l’alcol e la droga hanno inevitabilmente messo in ombra il suo talento. La sua personalità eccentrica e sregolata, più di una volta lo ha costretto a doversi confrontare con la giustizia.

Tra aggressioni, disturbi psichici e abusi da sostanze alcoliche e stupefacenti, Paul Gascoigne ha anche tentato il suicidio nel 2008. Dopo aver sperperato il suo patrimonio, è rimasto senza una casa e ha vissuto per diverso tempo come senzatetto: a salvarlo sono stati alcuni amici ed ex colleghi.

Nel frattempo l’ex centrocampista della nazionale inglese ha cercato più volte di risollevarsi, ma i suoi atteggiamenti esuberanti, frutto di un diagnosticato disturbo bipolare, non lo hanno mai abbandonato. Ciononostante in Italia viene ricordato come un idolo, un vero trascinatore rimasto nel cuore dei tifosi laziali per i suoi dribbling e per la sua grande precisione in fatto di assist.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Paul Gascoigne è sempre stato una testa calda. Pur essendo molto talentuoso, di lui si ricordano più le bravate che le giocate. Amato dai suoi supporters, in fin dei conti non è mai cambiato. Anche oggi continua ad essere al centro delle cronache per via delle sue condotte non proprio ortodosse. E c’è da scommettere che in futuro sentiremo ancora parlare di lui.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!