Iscriviti

Madre e figlio si ritrovano dopo 68 anni: la guerra di Corea li aveva divisi

Lee Keum-seom, 92 anni, era riuscita a fuggire con la figlia lasciando in Corea il marito e il figlio Ri Sang Chol che aveva solamente 4 anni. Dopo 68 anni madre e figlio si sono finalmente riabbracciati.

Esteri
Pubblicato il 23 agosto 2018, alle ore 18:47

Mi piace
3
0
Madre e figlio si ritrovano dopo 68 anni: la guerra di Corea li aveva divisi

Purtroppo la guerra di Corea è riuscita a divedere un gran numero di familiari e questa terribile sorte è toccata anche a Lee Keum-seom che si è vista costretta a fuggire con la figlia lasciando il marito e il figlio di soli 4 anni Ri Sang Chol. Nei giorni scorsi, dopo ben 68 anni, i due si osno potuti riabbracciare in un resort del Monte Kumgang, nella Corea del Nord.

Lei ha ormai 92 anni e lui 71 ma inutile dire che la gioia e l’emozione per questo incontro ha lasciato tutti senza parole. Lee e Ri non sono gli unici che hanno avuto il privilegio di ritrovarsi infatti lo stesso ricongiungimento è avvenuto anche per altre famiglie grazie anche soprattutto ai Presidenti dei due Stati che si sono adoperati per questo miracolo.

Il presidente sudcoreano Moon Jae-in e il leader nordcoreano Kim Jong-un quindi, in nome della pace ristabilita, hanno fatto in modo che circa 89 famiglie si ricongiungessero. Giustamente c’è voluto molto tempo affinchè tutti i diretti interessati fossero rintracciati, infatti sono ben 3 anni che le associazioni si adoperano per contattare assiduamente le famiglie.

“Non avrei mai immaginato che questo giorno sarebbe arrivato. Non sapevo neanche se fosse vivo o meno” ha raccontato la donna commossa. Infatti si deve pensare che più della metà dei sopravvissuti alla Guerra di Corea, oggi ha più di 80 anni e in molti lamentano la modalità di questi incontri seppur sembrino essere un regalo molto speciale.

I familiari infatti possono trascorrere assieme solamente 11 ore e tutte sotto la stretta sorveglianza di agenti nordcoreani. Troppo poco tempo per raccontare 68 anni di lontananza e dunque ci si abbraccia cuore contro cuore sperando che quel momento bellissimo possa rimanere impresso nella memoria sanando quella ferita profonda dovuta alla separazione così lunga e opprimente.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Mara Ricci

Mara Ricci - Una storia molto commovente e anche molto significativa per le generazioni di oggi che, spesso, non si rendono conto di quanto siano fortunati ad avere tutto. Stare 68 anni senza il tuo punto di riferimento e ritrovarlo quando ormai il tempo è già passato deve essere una cosa straziante, peggio di un lutto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!