Iscriviti

L’uragano Michael ha portato morte e distruzione in diversi stati del nord America

L'uragano Michael è l'uragano più violento che si abbattuto in Florida nel nord America negli ultimi 25 anni. La sua potenza ha causato 6 vittime, 400 mila sfollati ed ha lasciato 1 milione di persone senza elettricità.

Esteri
Pubblicato il 13 ottobre 2018, alle ore 06:41

Mi piace
6
0
L’uragano Michael ha portato morte e distruzione in diversi stati del nord America

L’uragano Michael ha toccato terra mercoledì 10 ottobre, con una velocità di 250 chilometri all’ora nella Florida settentrionale, ed è stato classificato come categoria 4.

E’ stato l’uragano più forte che si è abbattuto sugli Usa negli ultimi 25 anni, infatti l’ultimo uragano che devastò la Florida fu Andrew nel 1992.

Danni e rischi

Con il passaggio dell’uragano Micheal si contano circa sei morti, tra cui quattro della contea di Gadsden, in Florida, una bambina di 11 anni nella contea si Seminole, in Gerorgia e una in North Carolina. L’uragano Michael oltre alla morte ha portato con sè anche distruzione; si contano circa 400mila sfollati e circa 1 milione di persone è rimasto senza energia elettrica.

Oltre a i danni alle abitazioni e alle vittime, l’uragano Micheal potrebbe aver lasciato dietro di sè anche un altro problema. Come dichiarato dal governatore Rick Scott, invitando tutti i cittadini alla prudenza, in quanto l’uragano potrebbe aver portato sulla terra ferma l’alga rossa tossica. L’alga rossa è molto diffusa nelle zone colpite dall’uragano e potrebbe provocare, a chi ne venisse a contatto, principalmente problemi respiratori.

Chi ha vissuto l’uragano Michael lo ha paragonato all’esplosione di una bomba atomica, per la violenza e la distruzione che ha lasciato dietro di sè. Il governatore Rick Scott ha dichiarato: “L’uragano è stato un vero mostro, molte vite sono state cambiate per sempre. In molti hanno perso la casa, l’azienda. Strade e infrastrutture sono state distrutte“.  Il presidente americano Donald Trump ha approvato la richiesta di stato di disastro per la Florida e la Georgia aprendo così a finanziamenti federali.

Dopo aver colpito la Florida l’uragano è passato dalla categoria 4 alla categoria 2, declassando a tempesta tropicale, ma non per questo è da considerarsi meno pericoloso. Infatti in Georgia, dove ha causato ugualmente vittime e danni è arrivato a differenza della Florida a una velocità di 115 chilometri all’ora.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Elisabetta Monda

Elisabetta Monda - Anche se gli uragani sono fenomeni usuali negli USA (per fortuna non sempre di questa potenza) l'uomo non può far molto per contrastarli; può solo provare a mettersi al sicuro durante il passaggio di essi. E una volta che tutto è finito contare i danni e rimboccarsi le maniche per ricostruire ciò che è stato distrutto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!