Iscriviti

Inghilterra, si toglie la vita a 11 anni: "Mamma ti amo, ma mi dispiace"

Le ultime parole rivolte alla madre con cui nell'ultimo giorno aveva litigato: poi si getta da un ponte, togliendosi così la vita a soli 11 anni. Ecco la lettera che ha scritto.

Esteri
Pubblicato il 20 novembre 2018, alle ore 10:26

Mi piace
4
0
Inghilterra, si toglie la vita a 11 anni: "Mamma ti amo, ma mi dispiace"

Un fatto risalente a gennaio di quest’anno che i familiari e le autorità hanno voluto divulgare solo in questi giorni, preferendo prima concludere tutte le indagini che riguardano il delicato caso di Ursula, una bambina di 11 anni che ha scelto di togliersi la vita gettandosi da un ponte ad Halifax, in Inghilterra.

I genitori, che non sono mai riusciti a darsi una risposta di fronte a questo triste gesto della figlia, vogliono mettere in guardia tutti coloro che hanno figli giovanissimi e con una grande sensibilità, come nel caso della loro Ursula. Da quanto è stato scoperto dalla polizia incaricata di indagare sul caso infatti, la bambina seguiva sul social Instagram molte pagine nate per dare consigli su come suicidarsi. Molte sarebbero state le ricerce svolte da Ursula su questo argomento, ed è stato ascoltato anche un “amico virtuale” della bambina, che sembrerebbe averla incitata a compiere il folle gesto.

Il distacco di Ursula e l’ultimo messaggio alla madre

Entrambi i genitori della bambina avevano notato il suo cambiamento nell’ultimo periodo, ma inizialmente non si sono voluti preoccupare troppo poiché convinti si trattasse della classica fase adolescenziale.

Solo con l’andare avanti dei giorni, la madre ed il padre hanno visto l’attaccamento morboso di Ursula con il suo cellulare, arrivando così a toglierlo dalle sue mani provocando però un ulteriore distacco con la bambina. È stata la madre a ritirare lo smartphone della piccola, e proprio questo distacco tra le due sembra essere il motivo di quel messaggio che la ragazzina ha inviato alla donna poco prima di gettarsi dal ponte.

Quel giorno, il 22 gennaio, Ursula ha lasciato una lettera tra le mani di una sua amica, con la richiesta di consegnarla alla madre al posto suo. Sulla busta c’era scritto di non aprirla prima delle 18:00, l’orario scelto da Ursula per mettere fine alla sua vita. Poco prima di saltare da quel ponte ha inviato un ultimo messaggio alla madre: “Mamma ti voglio bene, ma mi dispiace“. La donna, nonostante abbia provato nell’immediato a chiamarla, non è più riuscita a mettersi in contatto con lei.

Ci sono volute tre ore di ricerche per ritrovare la bambina. Ma, dopo l’allarme lanciato dai genitori a causa di quel messaggio sospetto, il corpo di Ursula è stato ritrovato privo di vita nelle fredde acque del River Calder. Ancora non si conoscono le cause che hanno gettato in una tale depressione la piccola di 11 anni.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Una storia davvero terribile quella di Ursula. Purtroppo, la depressione è una malattia molto grave e seria che ancora continuiamo a sottovalutare. Trovo assurdo che ormai, nel 2019, le persone debbano nascondere e soffrire in silenzio per paura di essere etichettati come depressi, per paura di parlarne a voce alta.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!