Iscriviti

Indonesia: due uomini sono stati fustigati 85 volte perchè omosessuali

La barbara esecuzione è avvenuta in Indonesia, dove la sharia è legge. Un gruppo di vigilanti ha fatto irruzione nella casa dei due ragazzi, sorprendendoli a letto insieme, e li ha consegnati alle autorità.

Esteri
Pubblicato il 24 maggio 2017, alle ore 11:33

Mi piace
12
0
Indonesia: due uomini sono stati fustigati 85 volte perchè omosessuali

In Indonesia due uomini gay sono stati frustati 85 volte ciascuno dopo essere stati sorpresi a letto insieme da un gruppo di vigilanti. La coppia, di 20 e 23 anni, i quali nomi non sono stati rivelati, sono stati portati alla gogna in una marcia verso un palco. Durante questa “camminata della vergogna” i due ragazzi sono stati vestiti con delle lunghe camicie bianche, e degli uomini, ricoperti dalla testa ai piedi da una tunica marrone, li hanno seguiti eseguendo la sentenza.

A questo barbaro spettacolo hanno assistito un centinaio di persone della provincia di Aceh, dove legge sharia viene riconosciuta come parte del sistema legale. Fuori ad una moschea della capitale provinciale di Banda Aceh, il Martedì si sono tutti riuniti per guardare la sentenza applicata a questi due poveri ragazzi.

La BBC racconta come, durante la fustigazione, molti spettatori hanno ripreso la scena usando i loro smartphone, mentre altri ancora schernivano le due vittime dicendoFate in modo che questa sia una lezione per voi” e rivolgendosi agli esecutori della sentenza incitandoli a frustare con più violenza. Gli organizzatori cercavano di calmare la folla ricordando alle persone presenti che “sono pur sempre esseri umani“.

Prima della condanna, la giornalista Rebecca Henschke incontrò uno dei due ragazzi, che disse di essere terrorizzato, tremava visibilmente e aveva un rash sulla pelle. Mentre parlavano nella sua cella della prigione, gli altri detenuti si affollavano attorno alle sbarre cercando di intimidirlo.

Parlando della punizione, il ragazzo ha detto alla giornalista: “Voglio soltanto che la fustigazione finisca per tornare dalla mia famiglia, sono stato profondamente depresso. Sto cercando di uscire fuori da un profondo buco nero“. Eni Tri Retnaningsih, una studentessa di vent’anni che ha assistito all’esecuzione della pena, ha detto di aver visto altre persone che hanno subito la stessa condanna per altri reati quali l’adulterio. “Spero che non ci siano più casi di omosessualità, è scioccante”, ha affermato.

Almeno otto altri uomini e donne sono stati fustigati per altri reati prima della punizione dei due uomini, colpevoli di avere fatto sesso gay. Questa sentenza segna la prima volta che la punizione della fustigazione viene attribuita ad un caso di omosessualità nella provincia di Aceh, dove è di solito riservata ai giocatori d’azzardo o a chi beve alcolici. Alla fine dell’esecuzione, i due uomini sono stati aiutati a scendere dal palco e sono stati liberi di tornare dalle loro famiglie, hanno detto le autorità.

Nonostante l’omosessualità non sia vietata nel resto dell’Indonesia, le autorità hanno sconvolto la comunità LGBT usando leggi che mettono sul piano della pornografia anche il ballo definito come “danze erotiche”.

Lunedì 141 uomini, tra cui un uomo britannico e un Singaporiano, sono stati arrestati presso la sauna Atlantis e la palestra nella capitale Jakarta, con l’accusa di aver partecipato ad un “gay sex party”. La maggior parte del gruppo è stata rilasciata martedì mattina, ma la polizia dice almeno 10 di loro, tra cui gli organizzatori e ballerini, potrebbero finire in carcere. L’Indonesia è il paese musulmano più popolato del mondo, con una popolazione di 260 milioni, di cui l’87% segue la religione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Chiara Lorenzon

Chiara Lorenzon - Ancora una volta si rende palese il fatto che la sharia e le leggi legate alla religione, in particolar modo la religione mussulmana, non sono adatte a far parte di un sistema politico moderno. Riportano qualunque civiltà ad un livello medievale e barbarico, privo di qualsiasi morale o etica morale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!