Iscriviti

Gran Bretagna, stuprata a 14 anni rimane incinta: invitato il papà orco a far visita al figlio

Stuprata a 14 anni, rimane incinta e partorisce il figlio del suo aggressore. Ora il Consiglio invita il padre orco a fare visita a suo figlio. La vittima risponde così.

Esteri
Pubblicato il 29 novembre 2018, alle ore 10:55

Mi piace
1
0
Gran Bretagna, stuprata a 14 anni rimane incinta: invitato il papà orco a far visita al figlio

Ci sono voluti quasi vent’anni perché Sammy Woodhouse riuscisse a trovare il coraggio per denunciare l’uomo che l’ha violentata facendola rimanere incinta del figlio che ha cresciuto. Il suo aggressore, insieme ai fratelli, anch’essi stupratori seriali, sono stati condannati a 35 anni di carcere ma, dopo meno di un anno dalla loro incarcerazione, arriva una decisione choc da parte del Consiglio distrettuale (“Metropolitan Borough Council”) di Rotherham: lo stupratore è stato invitato a far parte della vita futura del ragazzo che è venuto al mondo durante lo stupro.

È stata la stessa Sammy a far sentire la sua voce, con un’iniziativa nata per far sì che la legge nel suo paese cambi. Una storia che sta facendo molto discutere tutta la Gran Bretagna, e che tocca tematiche molto delicate. 

Sammy Woodhouse ha ora 33 anni, ma quando ne aveva appena 14 ha subito uno stupro che l’ha fatta rimanere incinta. Il suo primo figlio è venuto al mondo quando aveva 15 anni, e solo l’anno scorso ha trovato il coraggio per denunciare il suo aggressore: Arshid Hussain. L’uomo, ora 43enne, è stato messo in manette insieme ai suoi fratelli, coi quali formava un gruppo di stupratori seriali che hanno violentato molte ragazze della zona: la vittima più piccola aveva 11 anni.

La decisione delle istituzioni

Sammy, ora 33enne, parla di come si è sentita non appena ha sentito la sentenza di 35 anni di carcere che avrebbe dovuto scontare il suo aggressore. Finalmente, così come dice la stessa donna, sentiva di poter ricominciare a vivere. Da quando però le è stata notificata la decisione che ha preso il consiglio distrettuale durante questo ultimo periodo, vive nel terrore.

La 33enne sta promuovendo una iniziativa nel suo paese perché le leggi della Gran Bretagna possano essere cambiate. In questo momento, come continua a spiegare Sammy, il suo aggressore può presentarsi in qualsiasi momento davanti alla sua porta.

Agli stupratori viene data la possibilità di ri-traumatizzare le loro vittime. Sammy usa parole molto forti e dirette verso il suo pubblico per far capire che cosa stanno subendo le vittime di stupro a causa delle leggi presenti nel loro paese, concludendo che a nessun stupratore dovrebbe essere concessa la possibilità di chiedere la custodia o di far visita al figlio generato con la loro violenza.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Sembra una decisione assurda che a nessuno verrebbe in mente di prendere, eppure è successo davvero. Il consiglio distrettuale ha davvero invitato uno stupratore a far visita al figlio generato con una violenza. Non capisco secondo quale diritto venga concessa una follia del genere. La vittima ha subito un trauma che non supererà mai, e con quale coraggio il figlio dovrebbe crescere sapendo di essere il frutto di una violenza seppur amato alla follia dalla madre?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!