Iscriviti

Filippine, giovane sacerdote ucciso a colpi di pistola

Aveva terminato da poco la messa quando il sacerdote, 37 anni, è stato ucciso con due colpi di pistola da un uomo che indossava casco e giubbotto. Movimento di protesta su Facebook: "Sono don Mark Ventura".

Esteri
Pubblicato il 30 aprile 2018, alle ore 12:26

Mi piace
10
0
Filippine, giovane sacerdote ucciso a colpi di pistola

Un giovane sacerdote, 37 anni, è stato ucciso con due colpi d’arma da fuoco nella città di Gattaran, nella provincia di Cagayan, a 400 km da Manila, nelle Filippine. Il prete aveva appena terminato di celebrare la messa della domenica mattina. La polizia, dopo aver identificato la vittima, ne ha reso noto il nome, si tratta di padre Mark Ventura.

Padre Ventura porta sul suo corpo due ferite d’arma da fuoco fatali, una alla testa e una al petto. L’uomo che l’ha colpito, dalla ricostruzione riferita dalla polizia e poi riportata dai media locali, “indossava un casco e una giacca” e dopo aver “sparato contro il prete intorno alle 8 di mattina” è “fuggito con un complice a bordo di una motocicletta“, come si legge sul sito de “La Stampa”.  

Warren Tolito, responsabile provinciale della polizia di Cagayan, ha riferito che padre Ventura era socialmente impegnato: sosteneva che le elezioni dovevano essere svolte in maniera pulita e onesta, non temeva di battersi per i diritti dei lavoratori, per il welfare e per i bambini.

Pronta è arrivata la condanna di quanto accaduto da parte della Conferenza dei vescovi cattolici delle Filippine (Cbcp) che in una dichiarazione ha affermato: “Lanciamo un appello alle autorità affinché agiscano rapidamente perseguendo i responsabili di questo crimine e portandoli davanti alla giustizia“. 

Qualche mese fa, il 4 dicembre, un altro sacerdote, padre Marcelito Paez, di 72 anni, è stato ucciso a Jaen, Nueva Ecija. L’anziano sacerdote, pur essendo in pensione, era un difensore dei diritti umani. Con la sua attività, come conferma Repubblica, aveva “contribuito alla liberazione di un prigioniero politico”, fatto che, probabilmente, gli è costato la vita.

Su Facebook uno dei suoi confratelli, Padre Fredel Agatep, ha avviato una protesta postando una foto nera con la scritta “Sono don Mark Ventura”, invitando amici e conoscenti a fare altrettanto.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Poter svolgere il ministero sacerdotale fino a 90 anni e più lo si può augurare a tutti i sacerdoti e di cuore. Ma auguriamo loro anche una "vita impegnata" per la giustizia, per la pace, per l'onestà a favore dei poveri, dei piccoli, degli ultimi: è questa una vita che ha senso in Cristo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!