Iscriviti

Crolla un ponte in Florida, diverse vittime sotto le macerie

Un ponte pedonale presso il campus della Florida International a Miami è collassato schiacciando le auto in transito. Secondo la polizia ci sarebbero diverse vittime. La struttura era stata inaugurata solo sabato scorso

Esteri
Pubblicato il 15 marzo 2018, alle ore 20:47

Mi piace
13
0
Crolla un ponte in Florida, diverse vittime sotto le macerie

Un ponte pedonale di 950 tonnellate di peso, costruito per agevolare l’attraversamento degli studenti del campus universitario della Florida International di Miami, è crollato sulle auto in transito provocando diverse vittime. La struttura era stata ultimata solo sabato scorso per collegare il campus con la cittadina di Sweetwater, dove vivono circa 4000 studenti.

Intorno alle ore 14 (ora locale), le 19 in Italia, la struttura è improvvisamente collassata sulla sottostante strada a sei corsie, che unisce il centro di Miami con la zona delle Everglades. In quel momento sull’arteria stradale, solitamente trafficata, erano in transito diversi veicoli, alcuni dei quali sono rimasti schiacciati dal ponte.

La strada è stata subito chiusa al traffico per permettere i primi soccorsi e le prime notizie, diffuse dalla polizia, parlano di un numero imprecisato di vittime. Agli elicotteri delle principali emittenti televisive è stato ordinato di allontanarsi dalla zona per evitare che il loro rumore impedisca di ascoltare la voce dei superstiti sotto le macerie.

Le prime informazioni parlano di almeno otto persone trasportate nel vicino centro medico di Kendall, senza peraltro rivelare la condizione dei feriti e di cinque morti secondo il Miami Herald, ma si temono altre vittime all’interno delle autovetture schiacciate dalla imponente struttura crollata. Per fortuna il ponte non era ancora stato aperto al pubblico.

La Florida International University, tramite la sua portavoce, ha dichiarato di essere scioccata e rattristata per il tragico evento e che in questo momento sta lavorando a stretto contatto con le autorità nelle operazioni di soccorso. Solo cinque giorni fa l’università si era detta orgogliosa di questo investimento di oltre 14 milioni di dollari, che avrebbe garantito maggior sicurezza agli studenti nel raggiungere il campus. Un progetto che si sarebbe dovuto concludere nel 2019 e che invece è stato inaugurato con un anno di anticipo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Costantino Ferrulli

Costantino Ferrulli - E’ ancora presto per tirare delle conclusioni, ma quando succedono queste tragedie, mi chiedo se chi doveva fare il suo lavoro, l’ha fatto bene. Evidentemente la risposta è no, se un ponte, progettato per resistere agli uragani e peraltro pedonale, sia crollato all’improvviso, causando purtroppo delle vittime.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!