Iscriviti

Condannato per diffusione di pedopornografia Metzelder, ex calciatore

L'ex calciatore Christoph Metzelder è stato condannato a 10 mesi per diffusione di pedopornografia. L'ex difensore 40enne ha partecipato due volte ai Mondiali con la nazionale tedesca, oltre ad aver giocato in squadre come Borussia Dortmund ed Real Madrid .

Esteri
Pubblicato il 1 maggio 2021, alle ore 15:17

Mi piace
0
0
Condannato per diffusione di pedopornografia Metzelder, ex calciatore

Si è concluso con una condanna a 10 mesi di carcere con la pena sospesa e la sola imposizione di libertà vigilata il processo all’ex calciatore Christoph Metzelder.

L’uomo ha ammesso in tribunale di aver inviato su WhatsApp foto che ritraevano abusi sessuali su minori ad almeno tre donne, che sono adesso a loro volta sotto indagine. “Lascio una ferita che non potrà mai guarire“, ha detto il difensore, scusandosi con le vittime e dicendo che avrebbe restituito tutti i premi vinti in carriera per ottenere fondi a favore di associazioni benefiche per bambini poveri.

Ho inviato quelle foto pur sapendo quali sofferenze indicibili verso i bambini erano presenti in ciascuno di quei file”, ha detto il calciatore durante l’udienza. “Accetto la sentenza“. L’uomo ci ha tenuto a precisare il fatto che, nonostante detenesse e diffondesse materiale pedopornografico, non ha mai preso parte a violenza diretta su bambini o minori, dicendo di aver trovato il materiale su internet.

Ho fatto screenshot di foto incriminanti in siti accessibili liberamente ed ho parlato in chat di alcune mie fantasie estreme, ma non ho mai preso parte ad attacchi a bambini o giovani e non ne ho mai programmati, nonostante i commenti estremi nelle chat. E’ avvenuto tutto in un mondo digitale parallelo“, ha ammesso davanti ala corte di Dusseldorf.

Uno shock per il mondo del calcio tedesco, dove Metzelder è stato per anni un giocatore noto e rispettato. Classe 1980, ha esordito professionalmente nel 1999, e solo l’anno successivo venne messo sotto contratto dal Borussia Dortmund, col quale è rimasto per ben sette anni. La sua carriera è stata segnata da un grave infortunio nel 2013 che lo tenne lontano dai campi di calcio per oltre un anno, e dopo il quale non riacquistò mai la forma originaria. Dal 2007 al 2010 passò al Real Madrid, dove però furono poche le presenze e molti gli infortuni.

Insieme alla nazionale tedesca ha partecipato due volte ai Mondiali, nel 2002, anno in cui la Germania conquistò il secondo posto, e nel 2006, mentre nel 2008 partecipò agli Europei in Svizzera ed Austria. Nel 2013 il difensore annuncio il suo ritiro ufficiale dal calcio.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Ma che schifo, solo dieci mesi di condanna con la pena sospesa per uno che ammette di aver girato siti pedopornografici e di aver avuto e descritto fantasie di attaccare bambini? E' proprio vero che per i ricchi e famosi c'è un set di regole diverse, questo va tolto dalla società civile, non si può lasciare a piede libero.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!