Iscriviti

Colorado, uccide la moglie incinta e le figlie: voleva un nuovo inizio con l’amante

Uccide la moglie incinta e le due figlie, di 4 e 7 anni, inscenando nelle televisioni locali un struggente appello per la loro scomparsa. Al ritrovamento dei cadaveri, confessa il delitto, ma mente ancora.

Esteri
Pubblicato il 21 novembre 2018, alle ore 10:50

Mi piace
2
0
Colorado, uccide la moglie incinta e le figlie: voleva un nuovo inizio con l’amante

Un delitto premeditato e studiato nei minimi dettagli, così come afferma la polizia che si è occupata del caso avvenuto in Colorado, negli Stati Uniti, dove un 33enne ha ucciso la moglie incinta e le due figlie, di 4 e 7 anni, per iniziare una nuova vita con l’amante. L’uomo, dopo aver commesso il delitto e nascosto i cadaveri, ha denunciato la scomparsa della famiglia, facendo anche un appello in alcune trasmissioni televisive della zona. 

Le bugie del 33enne continuano anche dopo aver ritrovato i cadaveri della moglie e delle bambine. Il padre e marito di famiglia, infatti, ha ammesso di essere stato lui ad uccidere la donna, affidandole però la colpa della morte delle due bambine. La polizia ci ha messo solo un giorno per capire com’erano andati veramente i fatti, grazie all’aiuto di una donna che si è rivelata essere l’amante dell’uomo, colei con cui il 33enne era pronto ad iniziare una nuova vita.

L’omicidio e le continue bugie

Christopher Watts è un uomo di 33 anni che voleva a tutti i costi sposarsi con l’amante ed iniziare con lei una nuova vita. Alla donna aveva raccontato di essere in procinto di divorziare con la moglie, e di essere pronto per trasferirsi con lei, ma la realtà era molto diversa. La moglie di Christopher era incinta del loro terzo figlio e, nonostante fosse consapevole del tradimento del marito, stava provando a far funzionare il matrimonio per i figli.

L’uomo ha studiato nei minimi dettagli l’omicidio dell’intera famiglia, per poter così iniziare una nuova storia d’amore, e dopo aver ucciso moglie e figlie, le ha nascoste lanciando uno straziante appello in televisione, fingendo fossero scomparse. In molti, se non tutti, avevano creduto al suo dolore, ma al ritrovamento dei corpi della donna e delle piccole, la verità ha iniziato a venire a galla. Il 33enne ha mentito ancora, confessando di aver ucciso la moglie, avendo visto la donna uccidere le figliolette, fatto presto smentito dalla  polizia.

Ad incastrare Christopher Watts sono stati i documenti di una donna estranea presenti in casa sua. Quando la polizia ha chiamato quella che si è poi rivelata essere l’amante dell’uomo, ha scoperto tutte le bugie dette dal 33enne.

L’amante era convinta che Christopher stesse per divorziare dalla moglie, e che presto avrebbero così iniziato una vita insieme. Sono state queste dichiarazioni a far insospettire la polizia che ha quindi iniziato le indagini sull’uomo, scoprendolo essere l’unico assassino.Christopher Watts è stato condannato per triplice omicidio a tre ergastoli.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Non ci sono davvero parole per descrivere questa terribile storia. A vedere la faccia dell'uomo ed il suo sorriso mentre posa vicino alla moglie e alle bambine, penso che nessuno si sarebbe mai aspettato un gesto simile. Sembra una persona molto solare e piena di amore verso la sua famiglia. La speranza è che ora la donna uccisa possa tenere per sempre strette nelle sue braccia le sue due piccole figlie. La nostra vicinanza a tutta la famiglia, e a chi sta soffrendo per la loro scomparsa.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!