Iscriviti

Colombia, si tatua in gravidanza: perde il bambino e rimane paralizzata

Una ragazza di 16 anni in dolce attesa sceglie di tatuarsi durante la gravidanza. Il tragico epilogo: oltre a perdere il bambino rimane anche paralizzata a vita.

Esteri
Pubblicato il 30 settembre 2018, alle ore 12:38

Mi piace
3
0
Colombia, si tatua in gravidanza: perde il bambino e rimane paralizzata

Luisa Fernanda Buitrago è una ragazza di 16 anni colombiana che sta cercando di lottare contro la depressione nata dopo la terribile tragedia che l’ha colpita in questa giovanissima età. Seppur piccola, stava vivendo una delle esperienze più belle della vita, stava aspettando un bambino e la sua gioia era immensa. E’ bastato un errore, una decisione poco pensata e la sua vita ha preso una piega davvero triste.

A causa della scelta di farsi un tatuaggio nonostante la dolce attesa, si è ritrovata dall’essere incinta e felice, ad aver perso il bambino che aspettava, e anche l’uso delle gambe per il resto della sua vita. Legata per sempre ad una sedia a rotelle, ha dovuto convivere con una depressione che sembrava non avere più fine, ma che finalmente sta riuscendo a combattere con un bellissimo sorriso.

Il tatuaggio che ha messo fine a tutto

Mentre la 16enne colombiana era in dolce attesa, ha voluto tatuarsi sul costato, sotto il seno destro. Una decisione che non poteva aspettare o che semplicemente non le sembrava potesse causare alcun problema, purtroppo però non è andata secondo i suoi piani. Tramite il tatuaggio che ha provocato ferite sul corpo della giovane, un batterio è arrivato a colpire il midollo spinale di Luisa. Una notizia davvero tragica per la futura mamma che ha voluto raccontare la sua storia in un video sul suo profilo Facebook, per raccontare com’è riuscita a vivere giorno dopo giorno dopo quella tragedia, e informare tutte quelle future mamme ignare del pericolo.

A causa di quel batterio, la giovane ha dovuto sottoporsi a un’operazione per drenare il liquido infetto, e successivamente ha anche dovuto togliersi l’appendice. A causa dei numerosi farmarci che obbligatoriamente ha dovuto ingerire, il feto non è riuscito a sopravviere, ed oltre a questa conclusione tragica, La 16enne ha anche perso l’uso delle gambe, ritrovandosi a vita legata ad una sedia rotelle.

Una storia che seppur terrible ha un piccolo lieto fine. Ora Luisa sta finalmente ritrovando il sorriso e sta lottando perchè nessun’altra giovane o donna debba passare quello che ha passato lei a causa della sua giovane età, e le sue decisioni prese troppo velocemente.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Nella vita di tutti noi succedono queste piccole o grandi tragedia che ci fanno imparare a tristi spese qualcosa. Se tutti noi le condividessimo con il resto del mondo, riusciremmo ad aiutarci con poco. Dovremmo tutti trovare il coraggio di parlare, potrebbe servire non solo ad altri nella nostra stessa situazione, ma anche a noi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!