Iscriviti

Australia: è salva la bambina di 10 anni che stava per essere impiccata dai compagni bulli

È choc in Australia per una bambina di soli 10 anni che ha rischiato di morire impiccata. Il folle gioco architettato dai suoi compagni è stato interrotto dal personale scolastico che si è accorto di quanto stava accadendo.

Esteri
Pubblicato il 5 settembre 2018, alle ore 12:01

Mi piace
11
0
Australia: è salva la bambina di 10 anni che stava per essere impiccata dai compagni bulli

L’Australia è ancora sotto choc a seguito della diffusione della notizia di un tentativo di impiccagione di una ragazzina di soli 10 anni.

Amber Yoon, questo è il nome della bambina, sarebbe stata vittima di un gravissimo atto di bullismo perpetrato da alcuni suoi compagni di scuola.

Il fatto

Il fatto increscioso avvenuto presso la scuola cattolica privata Queen of Apostles Catholic School, ha veramente lasciato senza parole l’intera nazione. Viva per miracolo, la bambina è stata appesa per il collo ad un albero da parte dei suoi compagni. A salvarla all’ultimo istante è stato il personale scolastico, che intervenuto in tempo l’ha di fatto sottratta da morte certa.

Secondo la versione fornita dalla piccola, il tutto avrebbe avuto luogo durante la pausa pranzo. Alcuni compagni l’avrebbero fatta avvicinare con qualche pretesto ad un albero, lo stesso nei pressi del quale stavano saltando con una corda. Stanchi probabilmente di quel gioco, alcuni ragazzini hanno ben pensato di realizzare un cappio.

Dopo non essere riusciti a convincerla ad infilarci la testa, con la forza l’avrebbero costretta a farlo. A quel punto l’hanno appesa ad un ramo, lasciandola penzolare nel vuoto. Fortunatamente il gesto sconsiderato non è passato inosservato. Qualcuno dello staff è accorso per mettere fine al folle gioco, ma avrebbe tuttavia evitato di contattare le autorità. Amber non è nemmeno stata portata in ospedale, né tanto meno sono stati informati i genitori.

Ad accorgersi e denunciare l’accaduto è stata la madre, la signora Belinda Yoon. Nell’occasione ha anche contattato i media, rivelando che la figlia soffre di un difetto cardiaco che avrebbe potuto stroncarla durante quegli attimi di paura. Amber sta ora bene, ma porterà a lungo i segni dell’enorme trauma psicologico subito. La polizia di Perth ha ovviamente aperto un’indagine a carico dell’istituto scolastico. Nel frattempo rimane lo sgomento per un episodio di spietata ed inaudita violenza.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Quanto avvenuto in Australia lascia davvero senza parole. Il gesto compiuto da questi teppisti non può essere giustificato. Ma più orribile è il comportamento della scuola, che probabilmente per evitare scandali, ha cercato di mettere tutto a tacere. Peccato solamente che i segni di un tentativo di impiccagione non siano poi così semplici da mascherare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!