Iscriviti

Afghanistan, uccisi almeno 36 jihadisti dell’Isis dalla super bomba

Il governo di Kabul: i tunnel sono stati distrutti. L’esplosione ha rotto i vetri delle case a 2 km di distanza. Nella conta dei vivi, non manca nessun civile.

Esteri
Pubblicato il 15 aprile 2017, alle ore 00:35

Mi piace
9
0
Afghanistan, uccisi almeno 36 jihadisti dell’Isis dalla super bomba
Pubblicità

Moab, la “Mother of all bombs” che ieri è stata sganciata dagli Stati Uniti nell’Est dell’Afghanistan per colpire le posizioni Isis della zona, ha ucciso “almeno 36 combattenti” jihadisti.

Questo il primo bilancio da parte del ministero della Difesa di Kabul sul raid di grandi dimensioni. L’Afghanistan per la prima volta ha fatto esperienza della potenza di Moab, pari a 11 tonnellate di tritolo, che l’ordigno “Massive ordnance air blast” chiamato anche “madre di tutte le bombe”, portava in sé.

La bomba, come ha riferito il portavoce del Ministero, ha letteralmente distrutto un sistema di tunnel e di bunker piuttosto complesso che si trovava al confine con il Pakistan, nella provincia di Nangahar. La “madre di tutte le bombe” è stata in grado di distruggere ogni cosa nel raggio dell’esplosione, fino a più di un chilometro dall’epicentro. Ricordiamo che in potenza, dopo Moab, c’è solo la bomba atomica.

Secondo i siti d’informazione locali, in un villaggio che si trova a circa due chilometri di distanza dall’accaduto, gli abitanti hanno avuto ripercosse dalla bomba che “ha mandato in frantumi i vetri delle nostre case, ci siamo spaventati, i bambini si sono messi a piangere”.

Il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer aveva dichiarato che “sono state prese tutte le precauzioni per evitare vittime civili e danni collaterali“. Ed effettivamente non è stata riferita alcuna notizia su eventuali vittime civili.

L’Isis aveva creato una sua fortezza nella provincia di Nangahar, una delle più faticose da raggiungere in tutto l’Afghanistan e finora era risultato impossibile far uscire, con mezzi convenzionali, gli jihadisti dai tunnel. Per questo motivo gli USA hanno messo mano alla super bomba.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Nessun civile è rimasto vittima della bomba... ad esclusione del cuore delle madri di 36 jihadisti, di quello - forse - di 36 mogli o fidanzate, di questi uomini, di chissà quanti bimbi che non potranno più pronunciare la parola "papà". Sto solo guardando la cosa da un altro punto di vista, il resto lo lascio alla storia e alla "mia" preghiera.

Lascia un tuo commento
Commenti
Giuseppe Chimenti
Giuseppe Chimenti

15 aprile 2017 - 00:37:38

Davvero bella la tua opinione Marilena

0
Rispondi
Giuseppe Chimenti
Marilena Carraro

15 aprile 2017 - 05:12:02

Grazie

0