Iscriviti

Bonus Casa 2019. Ecco le novità che riguardano ecobonus e ristrutturazioni

La legge di bilancio 2019 include anche una parte dedicata al Bonus Casa. Gli incentivi per i contribuenti riguardano l'ecoprestito, il bonus per ristruuturazione e quello per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Economia e Finanza
Pubblicato il 28 settembre 2018, alle ore 11:30

Mi piace
8
1
Bonus Casa 2019. Ecco le novità che riguardano ecobonus e ristrutturazioni

La Legge di Bilancio 2019, i così detti “bonus casa” saranno confermati e prorogati per altri tre anni. 

La proroga dovrebbe riguardare tutte le detrazioni fiscali per i lavori in casa. Comprenderà l’ecobonus,  i bonus destinati all’acquisto di mobili e ai lavori di ristrutturazione.

Bonus casa: le novità previste

Il presidente della commissione industria del Senato, Gianni Girotto ha dichiarato che: “I bonus casa storicamente vengono prorogati solo di anno in anno. Questo non dà una prospettiva certa a cittadini e imprese. Noi, invece, vogliamo dare un orizzonte temporale più ampio, che arrivi fino al 2021“. 

L’introduzione di un ecoprestito permetterebbe anche a chi non ha la liquidità necessaria di usufruire delle agevolazioni. In pratica, lo Stato sarà garante del contribuente che potrà chiedere un prestito ad un tasso più basso. Secondo lo stesso Girotto “È una forma di prestito nella quale un soggetto pubblico, come Cdp, dà ai cittadini a tasso agevolato una parte delle risorse necessarie ad avviare le opere oltre alla proroga, con la prossima legge di bilancio potrebbe“.

Il bonus per ristrutturare casa ha l’obiettivo di incentivare i lavori di ristrutturazione; lo Stato dovrebbe finanziare i progetti di ristrutturazione in modo tale che i contribuenti possano trovare la liquidità necessaria per attivare e completare i lavori. Il bonus è concesso ai proprietari delle abitazioni, ai nudi proprietari (coloro che hanno diritto di proprietà su un immobile, ma non il diritto usufruirne), ai titolari di un diritto reale di godimento, ai locatari e ai comodatari. L’incentivo permette di detrarre il 50% dell’importo speso, fino ad un massimo di 96mila euro.

Ci osno novità anche per quanto riguarda il bonus mobili ed elettrodomestici. La detrazione del 50% si può ottenere per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ ma solo se destinati per immobili in ristrutturazione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giovanna Barone

Giovanna Barone - Le agevolazioni proposte dal Bonus Casa 2019 sono interessanti e sicuramente offrono tanti vantaggi a chi ha bisogno di liquidità per fare delle ristrutturazioni in casa. Lo Stato garante del cittadino contribuente avrà di sicuro dei vantaggi quanto il cittadino che ne usufruisce. Bisognerà valutare pro e contro dell'offerta prima di accettare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!