Iscriviti

Vicenza, nomade aggredisce un pensionato: gli ha donato "solo" 4 euro. Arrestato e rilasciato

A Vicenza un nomade ha minacciato di morte un pensionato 81enne perché non gli aveva dato abbastanza soldi. Dopo aver aggredito anche i poliziotti accorsi per calmare gli animi, è stato denunciato e poi rilasciato.

Cronaca
Pubblicato il 1 agosto 2018, alle ore 12:08

Mi piace
3
0
Vicenza, nomade aggredisce un pensionato: gli ha donato "solo" 4 euro. Arrestato e rilasciato

Fare del bene al prossimo a volte non conviene. Un pensionato di 81 anni ha donato 4 euro a un nomade che mendicava in strada. Ma quelle monetine devono essere sembrate poche al rom che ha chiesto al pensionato più soldi e che, al rifiuto di quest’ultimo, ha cominciato a inseguirlo, insultandolo fino alla sua auto e minacciandolo di morte.

L’episodio è avvenuto domenica scorsa a Vicenza. Protagonista, un nomade di 45 anni, già noto alle forze dell’ordine. Uno di quei rom che affollano gli angoli delle vie o le uscite delle stazioni ferroviare, e che se una volta ti ringraziavano se gli offrivi una moneta da un euro, adesso ti offendono e ti picchiano se gliene dai quattro.

Il nomade ha cominciato a inseguire l’anziano con fare minaccioso. Voleva che l’uomo aprisse di nuovo il portafoglio. In fondo, cosa vuoi che siano quattro euro per un elemosiniere che vive di generosità altrui? Lo ha pedinato passo passo, si è fatto sempre più aggressivo e gli ha impedito con la forza anche di entrare nella sua auto.

Il pensionato, impaurito dalla prepotenza e dall’arroganza del nomade, ha chiamato la polizia. Una pattuglia della Volante è giunta sul posto in pochi minuti. Ma il rom, anziché calmarsi, è andato su tutte le furie, assumendo un atteggiamento violento e tentando di aggredire gli agenti con calci e pugni.

L’aggressore ha provato poi a fuggire ma è stato raggiunto e bloccato dai poliziotti che lo hanno ammanettato e condotto nella Volante. Mentre lo conducevano in Questura, l’uomo ha continuano il suo show. E, nel tentativo di liberarsi, ha cominciato a dare violente testate contro il vetro della “pantera”, tanto da richiedere il trasporto in ospedale.

Il nomade, tornato in sé soltanto qualche ora dopo gli incresciosi fatti, è stato denunciato per resistenza, violenza ed oltraggio a pubblico ufficiale e, infine, è stato rilasciato. Non è stato invece denunciato per tentata estorsione, aggravato dal metodo mafioso, visto che minacciare di morte un anziano per soldi è paragonabile alle minacce malavitose negli episodi di pizzo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Mario Barbato

Mario Barbato - Qualche boldriniano dice che i rom sono una risorsa per l'Italia. Chissà di quale risorsa stanno parlando, dato che questi non hanno cultura del lavoro, solo quella della carità e, spesso, della delinquenza. Ma ciò che più allarma, è la debolezza di una giustizia che si rivela troppo indulgente con chi sta confondendo il popolo italiano con il popolo dei fessi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!