Iscriviti
Roma

Tragedia a Roma: detenuta tenta di uccidere i suoi figli. Ecco le condizioni dei bambini

Giunge dalla Capitale una terribile notizia che vede coinvolti una detenuta e i suoi due figli. La donna ha cercato di ucciderli entrambi attraverso un gesto estremo.

Cronaca
Pubblicato il 18 settembre 2018, alle ore 17:24

Mi piace
3
0
Tragedia a Roma: detenuta tenta di uccidere i suoi figli. Ecco le condizioni dei bambini

Una terribile notizia giunge dal carcere di Roma, Rebibbia, luogo che ospita numerosi detenuti. Una donna ha tentato di uccidere i suoi due figli gettandoli dalle scale; la polizia sta cercando di capire quali siano state le cause che hanno portato la giovane madre a compiere un simile gesto.

La donna si trova in carcere con la possibilità, concessa a pochi, di godere della presenza dei propri figli ma ha perso la testa e cercato di porre fine alle loro vite.

I fatti e le indagini

La detenuta avrebbe dovuto incontrare nella giornata odierna alcuni parenti, ma prima dell’incontro ha deciso di vedere i suoi due figli che sono ospitati all’interno dell’ asilo messo a disposizione dalla struttura.

La detenuta li ha spinti entrambi dalle scale e ha provocato la morte del figlio più piccolo, di soli quattro mesi. L’altro figlioletto di soli due anni si trova attualmente in ospedale in codice rosso. Le sue condizioni sono gravissime ed è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Bambin Gesù.

Sul luogo sono giunti la Polizia ed il Procuratore che si occupa dei reati su minori. Le accuse verso la detenuta sono molto gravi e la morte del piccolo ha causato un grande dolore nella famiglia che aspettava di rivedere non solo i bambini, ma anche la figlia. 
Il procuratore si è recato all’interno della struttura per avviare un sopralluogo e la detenuta verrà sicuramente accusata di tentato omicidio. La notizia è stata diffusa dal responsabile Di Mauro, il quale ha affermato che la terribile vicenda è avvenuta nella sezione dell’asilo in cui vengono ospitati i bambini.

Al momento non sono state rese pubbliche le motivazioni che hanno portato la donna al tentativo di uccidere i due figli, ma le indagini sull’accaduto avranno inizio a breve. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marianna Colonese

Marianna Colonese - Un gesto che viene spesso giustificato dalla debolezza di colui che lo compie, ma nulla potrà dar pace alla famiglia che ha perso il piccolo. Nonostante la detenuta ha deciso di compiere questo gesto è necessario interrogarsi sulle motivazioni prima di commettere degli errori di valutazione. Non è accettabile un simile gesto, ma questo episodio può portare a dei miglioramenti riguardanti la gestione di questi incontri.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!