Iscriviti
Torino

Torino: un uomo di 47 anni è stato condannato per aver palpeggiato un carabiniere donna

In provincia di Torino, a Volpiano (paese del Canavese.), un uomo di 47 anni è stato condannato a 2 anni e 20 giorni per aver palpeggiato un carabiniere donna. Il fatto è avvenuto poco meno di un anno fa.

Cronaca
Pubblicato il 19 dicembre 2018, alle ore 02:32

Mi piace
12
8
Torino: un uomo di 47 anni è stato condannato per aver palpeggiato un carabiniere donna

In un paese in provincia di Torino, per l’esattezza a Volpiano, sito nel Canavese, poco meno di un anno fa, un uomo di 47 anni residente a San Giusto Canavese ha palpeggiato due donne, tra cui un carabiniere.

Nella giornata di mercoledì 28 novembre si è svolta l’udienza presso il Tribunale di Ivrea. L’uomo era difeso dagli avvocati Marco Morelli ed Elio Guglielmino, che hanno richiesto un rito abbreviato per il 47enne di San Giusto Canavese. L’uomo era accusato di aver palpeggiato due donne: dal Tribunale di Ivrea è stata riconosciuta una semi infermità mentale. È stata quindi stabilita una condanna di colpevolezza in primo grado, emessa dal giudice Alessandro Scialabba, che lo condanna a 2 anni e 20 giorni di reclusione, ottenendo una riduzione poiché il pubblico ministero aveva chiesto 2 anni e 4 mesi di reclusione.

Il caso

I fatti risalgono alla notte del 5 gennaio 2018, data in cui l’uomo rimase in panne con la sua auto, a causa della foratura di uno pneumatico lungo la provinciale 40 che collega il comune di Volpiano a quello di San Benigno canavese.

Una automobilista di passaggio nota l’uomo in difficoltà, accosta e si dirige verso l’uomo per dargli una mano. Mentre la donna era chinata per cercare alcuni attrezzi nel bagagliaio della sua auto per aiutarlo a cambiare lo pneumatico, è stata aggredita dall’uomo di San Giusto che ha iniziato a palpeggiarla nelle parti intime.

La donna, seppur spaventata, ha immediatamente reagito contattando i soccorsi, ed il suo fidanzato, che sono subito accorsi sul posto. Per aiutare la donna, è sopraggiunta una volante dei carabinieri in cui vi era una donna in servizio che, a sua volta, è stata palpeggiata dal 47enne: l’uomo non ha smesso di importunare il carabiniere donna neanche giunto nella caserma di Volpiano.

Come dichiarato dal legale rappresentante, Marco Morelli, all’imputato è stata riconosciuto un vizio parziale di mente. L’uomo soffre di problemi cronici di alcolismo e, proprio a causa di questa situazione, gli è stata ridotta la pena rispetto a casi analoghi. Gli avvocati difensori stanno aspettando il deposito della sentenza per leggere le motivazioni, e valutare se vi sono le condizioni per porre ricorso in appello.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Daniela Marella

Daniela Marella - L'atto compiuto dall'uomo è un gesto schifoso, oltretutto verso una persona che si ferma per portargli aiuto. . Se si cerca di guardare la situazione da un altro punto di vista, sembra quasi di essere all'interno di un film comico: non solo compie un reato verso una donna ma, per di più, vede un carabiniere del gentil sesso e - imperterrito - continua a compiere gli stessi atti.

Lascia un tuo commento
Commenti
Mario Barbato
Mario Barbato

19 dicembre 2018 - 09:18:44

Bhè, se gli è stata riconosciuta una parziale pazzia c'è poco da stupirsi se abbia molestato anche una donna in divisa. Devo dire però che 2 anni di carcere sono eccessivi per una molestia sessuale. C'è gente che per un omicidio è stata condannata a soli cinque anni di carcere. Pensa te.

0
Rispondi