Iscriviti
Torino

Torino, treno investe camion sui binari e deraglia: due morti

Incidente ferroviario di grosse dimensioni a Torino. Un tir è stato centrato in pieno dal convoglio ferroviario ed ha sfondato il passaggio a livello. Al momento il bilancio è di due vittime e 25 feriti.

Cronaca
Pubblicato il 24 maggio 2018, alle ore 11:06

Mi piace
3
0
Torino, treno investe camion sui binari e deraglia: due morti

L’incidente ferroviario sulla linea Torino-Ivrea, all’altezza di Caluso ha un bilancio di due morti e 25 feriti, tra cui 3 gravi. Il treno ha investito un camion fermo sui binari all’altezza del passaggio a livello. Il colpo violento, ha causato il deragliamento di alcuni vagoni del treno regionale 10027. Le vittime dell’incidente sono due: il macchinista del treno e l’autista del camion di trasporto eccezionale. Attivate tutte le procedure previste per le maxi-emergenze, sono intervenuti sul posto 118, carabinieri e vigili del fuoco. L’incidente è avvenuto mercoledì 23 Maggio 2018 alle 23.20 nella frazione di Arè.

Secondo le prime ricostruzioni, il treno sarebbe partito dalla stazione di Torino Porta Nuova alle 22.30, poi lungo il tragitto avrebbe urtato il tir, che “dopo aver sfondato le barriere di un passaggio a livello regolarmente funzionante, era fermo sulla sede ferroviaria”. Il macchinista del convoglio avrebbe azionato il freno d’emergenza, ma purtroppo l’impatto è stato inevitabile. L’autista del tir, Darius Zujis, 39 anni, è stato iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di disastro ferroviario. L’uomo è risultato negativo all’alcoltest.

Delle cinque vetture del convoglio, ben tre sono deragliate, terminando nei campi vicini. Inoltre l’incidente ha provocato l’abbattimento di un palo della luce, con cavi dell’alta tensione; sfiorata una casa cantoniera. Molti dei feriti sono rimasti incastrati tra le lamiere, ed estratta uno a uno dai vagoni. Quelli più gravi sono stati trasportati d’urgenza con elisoccorso all’ospedale di Torino, mentre altri sono stati accompagnati negli ospedali vicini di Ivrea, Chiavasso e Ciriè.

Due vittime e tre feriti gravi

Le vittime dell’incidente ferroviario sono: Roberto Madau, 61enne macchinista del treno, e Stefan Aureliana, 64anni romeno che era alla guida del mezzo di scorta tecnica del tir. Al momento, sono stabili le condizioni di quasi tutti i feriti, di cui 3 gravi. La più grave è il capotreno del convoglio, che si trova in coma farmacologico. La donna è rimasta incastrata tra le lamiere dei vagoni per molto tempo prima che i soccorritori riuscissero a recuperarla, ha riportato traumi da schiacciamento e frattura del bacino.

La Procura di Ivrea al momento non esclude nessuna ipotesi, ed indaga sulla vicenda. Al vaglio degli inquirenti, ci sono le comunicazioni intercorse tra Trenitalia e i gestori del trasporto eccezionale, che con estremo anticipo avrebbero dovuto comunicare il passaggio del Tir. L’ipotesi principale è che Trenitalia non sia stata informata correttamente.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Serena Spaventa

Serena Spaventa - Una tragedia ferroviaria che porta ai ricordi tante altre tragedie simili accadute. Un incidente ferroviario che poteva avere conseguenze catastrofiche maggiori, rispetto a quelle avvenute. E' da chiarire ancora la corretta dinamica del deragliamento e soprattutto la causa. Si ipotizza una scarsa comunicazione tra Trenitalia e i gestori del trasporto eccezionale. Se tali ipotesi venissero confermate sono di una gravità inaudita, ed è giusto che chi ha colpe paghi le conseguenze.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!