Iscriviti

Siracusa, bimba di un anno mangia hashish in casa: è grave

Trova in casa un pezzo di hashish e, confondendolo per della cioccolata, lo ingerisce. Trasportata in ospedale, la bambina di un anno è grave: denunciati i genitori.

Cronaca
Pubblicato il 27 ottobre 2018, alle ore 11:06

Mi piace
3
0
Siracusa, bimba di un anno mangia hashish in casa: è grave

Si trovava a casa sua la bambina di appena un anno trasportata con urgenza all’ospedale di Messina dopo aver ingerito dell‘hashish. Un pezzo della droga è stato probabilmente confuso per un dolce o del cioccolato, e così mangiato senza che i genitori lo notassero. Solo in un secondo momento, quando la bambina ha iniziato a sentirsi male, la madre ed il padre hanno chiamato urgentemente i soccorsi avendo intuito l’accaduto.

Era l’1 di notte di venerdì scorso quando al Pronto Soccorso di Siracusa è arrivata la chiamata dei due genitori sconvolti per le condizioni della figlia. All’arrivo del 118 presso l’abitazione, hanno deciso di portare la paziente al Policlinico di Messima con urgenza e tramite l’elicottero. Le condizioni della piccola erano gravi e aveva un’età troppo giovane per poter rischiare.

Il trasporto in ospedale e la denuncia

I genitori e la piccola di appena un anno sono originari di Siracusa, dove vivono. Durante la notte di venerdì scorso, durante un momento di distrazione della madre e del padre, la bambina ha afferrato un pezzo di hashish trovato in casa, ingerendolo poichè convinta fosse della cioccolata. Il suo gesto non è stato visto dai tutori, ma subito dopo hanno iniziato a riscontrare nella figlia alcune stranezze. Guardando in giro per la casa, hanno notato la mancanza di quel pezzo di droga, intuendo la tragicità dell’accaduto.

I genitori, avendo capito quanto fosse successo, hanno contattato nell’immediato il 118. Una volta giunti sul posto, i sanitari hanno visitato la piccola che versava già in condizioni molto gravi e, vedendo la giovane età del paziente e  quanto accaduto, hanno trovato più appropriato e meno rischioso per lei chiamare l‘elicottero e ricoverarla al Policlinico di Messina.

Qui, la bambina si trova in condizioni molto serie, poichè quanto ingerito poteva costarle anche la vita. I medici però, si sono riservati la prognosi. Nel frattempo, i genitori sono stati denunciati ai militari, che stanno ora indagando sull’accaduto.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Ognuno è libero di fare quello che vuole del proprio corpo, ma trovo davvero assurdo che non si presti un po' di attenzione per chi ci sta attorno, specialmente se si parla di bambini e, in questo caso, dei propri figli. Facciamo attenzione a non rovinare la vita degli altri con le nostre decisioni sbagliate.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

27 ottobre 2018 - 11:07:16

Interdizione perpetua ad avere altri figli, perdita della patria podestà per quelli in essere, condanne detentive.

0
Rispondi