Iscriviti

Sassari, rottweiler morde un bambino e il padrone uccide il cane

Il brutto episodio vede protagonisti un cane ed un bambino. Un rottweiler morde un bambino di tre anni ed il padrone lo uccide a bastonate davanti agli occhi del bimbo.

Cronaca
Pubblicato il 10 ottobre 2018, alle ore 18:56

Mi piace
9
0
Sassari, rottweiler morde un bambino e il padrone uccide il cane

E’ successo tutto alla periferia di Sassari, nella strada Serra Secca-Prunizzedda. Un cane di razza rottweiler aggredisce il figlio del vicino, un bambino di tre anni autistico, seduto nel passeggino mentre passava di lì con i genitori. Pare che il cane sia scappato dal cancello di una villetta accanto e si sia lanciato contro il bimbo inerme.

La mamma ha provato a difendere il figlio ruotando il passeggino di 180 gradi, ma il rottweiler aveva già morso il piccolo al polpaccio. E’ intervenuto anche il padre che, nel tentativo disperato di salvare il figlio, ha infilato un pugno nella bocca del cane che però ha continuato ad azzannare il bambino. Dopo poco è stata la volta del padrone che, però, tolto la vita all’animale. Infatti secondo alcuni testimoni, il padrone del cane avrebbe ripetutamente percosso l’animale con un bastone e poi gli avrebbe stretto al collo il guinzaglio fino a soffocarlo.

Le indagini

Insieme agli agenti di Polizia Municipale, sul posto è intervenuto anche un veterinario dell’ASL che non ha potuto far altro che constatare il decesso del cane. Per l’uomo ora oltre la denuncia per incauta custodia e lesioni procurate al bimbo, potrebbe scattare anche la denuncia per uccisione di animale.

Fortunatamente le ferite riportate dal piccolo guariranno in 10 giorni. A denunciare l’accaduto sui social è stata anche la zia della piccola vittima che ha raccontato dell’aggressione del nipotino e dell’uccisione brutale del cane davanti agli occhi del bambino.

Sul caso, quindi, indaga la polizia municipale preposta all’accertamento della dinamica dei fatti. Per il piccolo, dunque, ferite guaribili in 10 giorni oltre un grande spavento per essere stato aggredito all’improvviso. Il cane invece, secondo quanto si apprende, sarebbe stato ucciso di proposito dal padrone per porre fine a quell’aggressione. Un episodio che pone l’accento sul tema della custodia degli animali e sulla sicurezza. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Beatrice Cinnirella

Beatrice Cinnirella - Una vicenda che apre un dibattito in tema di sicurezza e di custodia di animali. Non è bene lasciare senza guinzaglio e museruola cani di grossa taglia incustoditi e senza protezione; il rischio è che possano azzannare all'improvviso incolpevoli vittime che casualmente hanno la sventura di incrociarli nel loro cammino. Sono a favore di misure più restrittive nell'interesse degli animali, dei loro padroni e delle probabili vittime.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!