Iscriviti

Salerno, neonato ustionato sul 20% del corpo durante il primo bagnetto: "Un errore umano"

Grave caso di negligenza all'Ospedale Ruggi di Salerno, dove hanno immerso nell'acqua bollente un neonato causandogli ustioni sul 20% del corpo: immediato il trasporto all'Ospedale Cardarelli di Napoli per tutte le cure del caso.

Cronaca
Pubblicato il 30 maggio 2018, alle ore 18:58

Mi piace
4
0
Salerno, neonato ustionato sul 20% del corpo durante il primo bagnetto: "Un errore umano"

La gioia per la nascita di un bellissimo bimbo di Salerno si è tramutata in tragedia: durante il classico bagnetto di rito qualcosa – purtroppo – è andato storto, e il povero neonato è rimasto ustionato, a causa dell’acqua presente nella vasca, troppo calda, sul 20% del corpo.

È successo all’ospedale Ruggi D’Aragona ma, subito dopo, l’infante è stato trasferito all’Ospedale Cardarelli di Napoli, dove fortunatamente non sarebbe in pericolo di vita. La direzione generale dell’ospedale non ha perso tempo, e si è subito adoperata nel prendere seri provvedimenti nei confronti dei responsabili del grave fatto perpetrato ai danni non solo del bimbo, ma anche di tutta la sua famiglia.

Nella nota dell’ospedale Ruggi è stato infatti specificato che, data la gravità della situazione, la responsabile del reparto si sarebbe messa in contatto immediatamente con il chirurgo pediatrico. Quest’ultimo avrebbe consigliato il trasferimento precauzionale presso la Tin (terapia intensiva neonatale) dell’ospedale Cardarelli di Napoli, in modo così da garantire al piccolo tutte le cure del caso ma, soprattutto, la miglior assistenza possibile.

Le condizioni del neonato sarebbero per fortuna stabili, infatti – non appena arrivato al Cardarelli – il bimbo è stato inserito in una culla termica, e pare respirare in modo autonomo. Le ustioni sono prevalentemente negli arti inferiori, e sui glutei, ed interesserebbero il 20% del corpo ma, con tutte le cure possibili, il bimbo dovrebbe riprendersi del tutto.

La Direzione del Ruggi ha chiesto umilmente scusa alla famiglia per questo atto orribile, sottolineando che – purtroppo – si è trattato di un grave caso di negligenza: “Non si tratta di un atto formale ma di un atto sostanziale: sono eventi che non dovrebbero mai capitare. Purtroppo, invece, è capitato un errore umano il che significa che ci sono delle vere e proprie responsabilità. L’Azienda procederà in tempi molto rapidi ad individuare gli eventuali responsabili ed attivare la commissione disciplinare”, ha infine confermato Giuseppe Longo, Direttore Generale dell’ospedale Ruggi di Salerno.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Mara Ricci

Mara Ricci - Non è ammissibile che, nel 2018, possano ancora accadere queste cose, soprattutto in un reparto di neonatologia dove le responsabilità dovrebbero essere maggiori. Spero con tutto il cuore che il bimbo in questione possa riprendersi del tutto, e che la famiglia riesca a superare questa negligenza assurda che - purtroppo - è capitata.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!