Iscriviti
Milano

Rivendevano ossa umane online, fermati tre uomini

Compravano ossa umane dalla Repubblica Ceca per poi alzare il prezzo e rivenderle online. Sono stati fermati tre uomini italiani senza alcun precedente alle spalle.

Cronaca
Pubblicato il 8 settembre 2018, alle ore 16:17

Mi piace
2
0
Rivendevano ossa umane online, fermati tre uomini

Una storia che sembra essere la trama di un film dell’orrore quella che arriva da Milano, e che vede come protagonisti tre uomini residenti tra la Lombardia e il Piemonte che trafficavano ossa umane online.

Tre insospettabili professionisti senza alcun precedente che sono stati denunciati dalla Polizia Locale dopo aver scoperto dei pacchi inviati all’estero con all’interno ossa umane, da qui l’inizio della terribile scoperta.

Traffico di teschi: le indagini

La prima segnalazione arrivata alla Polizia milanese, è partita proprio dal centro di smistamento dell’Ups di Milano, quando passando un pacco sotto la macchina a raggi X è stato scoperto il cranio di una persona. Il giorno dopo, ecco arrivare un nuovo pacco con all’interno altri due teschi, anch’essi umani, indirizzati all’Estero.

Una volta iniziate le ricerche, la Polizia è venuta a conoscenza del traffico di ossa umane che coinvolge almeno tre uomini residenti tra Lombardia e Piemonte, che oltre a non avere nessun collegamento l’uno con l’altro, sono stati considerati uomini insospettabili e con nessun precedente antecedente a questa vicenda.

Da quanto emerge dalle ricerche, gli uomini compravano ossa di ogni genere, anche scheletri completi, dalla Repubblica Ceca, dove i cadaveri veniva dissepelliti. Una volta comprati, i tre professionisti alzavano notevolmente il prezzo per poi rivenderli online, principlamente su Ebay e Facebook. Un cranio in buone condizioni poteva essere comprato a 100 euro, per poi essere rivenduto a più di 500 euro.

La Polizia afferma anche, che le destinazioni principali di queste ossa umane, erano verso gli Stati Uniti e la Svizzera. Uno dei primi pacchi scoperto nel centro di smistamento milanese infatti, era indirizzato proprio a San Francisco. Ancora non si sanno le motivazioni che hanno spinto queste persone a compiere queste azioni; la Polizia continua ad indagare per scoprire la presenza in Italia di altre persone occupate in questo traffico di ossa umane.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Sembra ancora incredibile una notizia di questo genere. E' proprio vero che nel 2018 ci si aspetta di leggere notizie di ogni tipo, ma leggere di ossa umane diseppellite per poi essere rivendute online, è qualsiasi che ha dell'inimmaginabile. La cosa ancora più assurda è sapere quante persone sono pronte a comprarle.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!