Iscriviti

Rapina stile "Arancia Meccanica". Amputato l’orecchio a lei

I quattro malviventi non si sono fermati alla rapina, ma hanno picchiato i coniugi che vivevano nell'abitazione, amputando il lobo dell'orecchio alla donna.

Cronaca
Pubblicato il 24 settembre 2018, alle ore 10:25

Mi piace
1
0
Rapina stile "Arancia Meccanica". Amputato l’orecchio a lei

Una notte di puro terrore quella che hanno dovuto subire due coniugi residenti a Carminiello di Lanciano, in provincia di Chieti. Quattro o cinque malviventi si sono introdotti nella loro abitazione, ma oltre a derubarli di tutto ciò che avrebbe potuto avere valore, li hanno picchiati facendoli finire entrambi all’ospedale. “Eravamo sicuri che ci avrebbero uccisi“, affermano entrambi dopo essere stati finalmente portati in salvo.

Lui, Carlo Martelli di 69 anni, chirurgo cardiovascolare ormai in pensione, e fondatore dell’Associazione famiglie di persone con disabilità, l’Anffas; lei, Niva Bazzan, moglie di Carlo e madre del loro unico figlio affetto di disabilità e anche lui presente all’interno dell’abitazione al momento della terribile rapina.

Una notte stile “Arancia meccanica”

E’ impossibile raccontare la crudeltà che i malviventi hanno messo nel picchiare i due coniugi di Lanciano. 

I malviventi sono entranti rompendo la recinzione dell’abitazione e successivamente anche la finestra, per poi legare entrambi i coniugi e chiedere loro le carte di credito, contanti e la posizione della cassaforte. Marito e moglie sono stati legati con delle fascette di plastiche e hanno iniziato a subire la violenza da parte dei malviventi poichè si rifiutavano di dire dove si trovasse la cassaforte tanto ambita.

La verità è che nella loro abitazione non è presenta alcuna cassaforte. Per fortuna al figlio disabile non è stato fatto nulla, ma la sua camera è stata controllata nei minimi dettagli, provocando spavento al ragazzo. 

Non appena i malviventi incappucciati e i quattro entranti nell’abitazione, probabilmente era presente un quinto da palo, si sono recati allo sportello bancomat con la macchina della moglie per incassare tutto ciò che potevano, il marito è riuscito a slegarsi. L’uomo ha subito liberato la moglie e mandato così l’allarme alla villa accanto alla loro, in cui abita il fratello dell’uomo.

Ora la donna si trova in chirurgia, poichè le è stato amputato il lobo dell’orecchio sinistro, e si spera di trovare una modo per poterlo ricucire. Il marito invece, ha riportato un trauma cranico facciale per tutti i pugni che ha ricevuto in volto dagli aggressori. Una notte stile “Arancia meccanica”, è così che viene raccontata anche dal fratello di Martelli, il primo che è riuscito a soccorrere i coniugi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Una delle cose che incute più timore. Non dobbiamo più preoccuparci ed essere spaventati che qualcuno entri in casa nostra a derubarci di ciò che per noi ha un valore, ma dobbiamo anche sperare che queste persone portino via il malloppo senza farci del male. Non possiamo chiamarla vita questa.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!