Iscriviti

Pozzallo: Ahmed saluta l’equipaggio per tornare tra le braccia della mamma

Un bambino di 5 anni è stato sostenuto nei giorni della fatica in mare dal desiderio di riabbracciare la madre. Il medico che l'ha soccorso glielo aveva promesso: "Avevo promesso a quel bambino che lo avrei riportato dalla mamma"

Cronaca
Pubblicato il 26 giugno 2018, alle ore 11:18

Mi piace
10
0
Pozzallo: Ahmed saluta l’equipaggio per tornare tra le braccia della mamma

Dopo giorni di attesa in mare l’Alezander Maersk ha attraccato a Pozzallo. Il cargo danese, lungo 113 metri e anche per questo di difficile attracco, aveva soccorso un gommone in panne, ed è rimasto là sospeso fino al “via libera” del Viminale e del ministero delle Infrastrutture, dopo la mezzanotte di ieri, finalmente i migranti sono giunti sulla terra ferma.

Il comandante dell’Alezander Maersk, non conoscendo lo scalo, per poter attraccare ha chiesto l’aiuto di un rimorchiatore con pilota a bordo. Il primo a scendere dalla nave è stato il medico marittimo Vincenzo Morello, dopo aver verificato le condizioni sanitarie dei migranti che nelle ultime ore erano rimasti sui ponti dell’Alezander Maersk a causa della pioggia battente. Poi la conferma del medico: tutto è “sotto controllo“.

Marco Rotunno dell’Agenzia delle Nazioni Unite, Unchr, Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, ha lasciato un suo commento circa il tempo trascorso dai migranti in mare in attesa di sbarcare: “Queste vicende fanno aumentare il rischio di perdere vite in mare“. Roberto Ammatuna, il sindaco di Pozzallo che si era prodigato per far arrivare la nave nella sua città, ha affermato: “Caso assurdo. La nostra città è accogliente“.

Tra i migranti che scendono dalla nave, le telecamere inquadrano un bambino di 5 anni, Ahmed, che sperava di riabbracciare quanto prima la mamma già messa in salvo insieme alle due figlie nella città ragusana. Il bimbo è sceso dal cargo danese Alexander Maersk, in braccio a Vincenzo Morello, salutando l’equipaggio della nave che aveva sostenuto la sua speranza.

Ahmed avrà presto la gioia di riabbracciare la mamma e le due sorelle, ora ospiti dell’hotspot. Morello aveva preso un impegno con il piccolo Ahmed: “Avevo promesso a quel bambino che lo avrei riportato dalla mamma, il piccolo è molto legato alla sorellina più piccola, di circa due anni, ma non voleva lasciare il papà“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Condivido pienamente quanto ha affermato Marco Rotunno, ossia che queste situazioni tendono ad aumentare i rischi di "perdere vite in mare". La vita è sacra, non è possibile trattarla come merce "d'interesse", "di conviene o non conviene", "ne ricavo un beneficio"... lo ha detto anche il Papa proprio ieri, solo il farsi prossimo ridà all'uomo la sua dignità.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!