Iscriviti

Pisa, un drone salvavita volerà da un ospedale all’altro

Ospedale Pondera, decollato il drone salvavita. Può trasportare sangue, medicine e organi, da un ospedale all'altro. Dimostrazione alla vigilia dell'evento "Internet Festival" di Pisa.

Cronaca
Pubblicato il 10 ottobre 2018, alle ore 19:44

Mi piace
7
0
Pisa, un drone salvavita volerà da un ospedale all’altro

… ma se trasportassimo il sangue con i droni….?!”: presenta così ABzero l’idea nata in una giornata assolata, una “frase, detta en passant come acqua fresca” che ha cambiato le “nostre” vite. Se fino ad oggi abbiamo visto droni “giocattolo”, o amatoriali, volare sopra di noi, è tempo di abituarci anche ai droni salvavita.

Oggi, all’Ospedale Pondera, è decollato il primo drone che possiamo definire “sanitario”. Il suo scopo è quello di salvare la vita alle persone trasportando sangue, medicine e organi, da un ospedale all’altro.

L’iniziativa Axa #NatiPer

La dimostrazione si colloca alla vigilia dell’Internet Festival, evento dedicato all’innovazione e al futuro, che si svolgerà dall’11 al 14 ottobre a Pisa. ABzero-X è stato ideato e realizzato da un architetto, Andrea Cannas, e da un ingegnere, Giuseppe Tortora, entrambi di Isernia. Il progetto del drone salvavita ha meritato il premio di 50 mila euro che Axa aveva messo in palio con il concorso #NatiPer.

L’iniziativa lanciata da Axa voleva stimolare delle idee capaci di migliorare la società del futuro, con progetti innovativi. Il drone salvavita è stato realizzato mettendo insieme tecnologia e innovazione, un’idea vincente che molti ospedali hanno riconosciuto mostrandosi interessati alla sperimentazione.

Per chi avesse dubbi sulla praticità o meno del funzionamento, sul corriere.it si legge che non ci sarà bisogno di una guida telecomandata. Verrà semplicemente “fornito un software per l’utilizzo da parte del personale sanitario, che si limiterà semplicemente ad inserire il luogo di destinazione”. Il sistema si basa su un software semplice, intuitivo, e facile da utilizzare dallo staff medico. 

Il drone, che porterà una vera e propria rivoluzione in ambito sanitario, sarà capace di volare su medie distanze, entro i 70 chilometri percorribili in un’ora, e non si lascerà intimorire dal maltempo, come il vento e la pioggia. Ogni viaggio costerà tra i 100 e i 150 euro. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Tutte le iniziative che portano a migliorare, ad aiutare, a sollevare, la vita dell'uomo mi piacciono. Il timore che qualcosa non funzioni, sopra di noi, che un drone possa interrompere il suo volo o perdere il suo valoroso "pacco", passerà in fretta. Presto, ci si accorgerà dell'utilità. Ne sono certa.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!