Iscriviti

Pesaro, offre 1.500 euro ma gli italiani rifiutano il posto di lavoro

Il titolare di un'azienda a Pesaro non riesce a trovare degli operai italiani che accettino di lavorare insieme a lui e al suo personale. Ha deciso di pubblicare la sua amarezza sui social nella speranza di una risposta positiva da parte degli italiani.

Cronaca
Pubblicato il 29 maggio 2018, alle ore 15:46

Mi piace
3
0
Pesaro, offre 1.500 euro ma gli italiani rifiutano il posto di lavoro

Il titolare dell’azienda di Pesaro che produce tappi per distillati è alla disperata ricerca di otto operai che entrino a far parte del suo organico ed è rimasto senza parole quando ha scoperto che nessuno degli operai italiani che ha contattato ha deciso di accettare la sua proposta. Il titolare afferma di aver avuto in mano circa novecento curriculum vitae ed ha effettuato un questionario online per individuare le capacità di coloro che riteneva più idonei. 

In seguito al questionario, però, la situazione è precipitata ed in molti hanno declinato la sua proposta. Il lavoro prevede uno stipendio di massimo 1.500 euro per una durata di circa quaranta ore settimanali. Il lavoro viene svolto di notte, ma gli operai italiani non vogliono farsi avanti per intraprendere questo nuovo percorso. 

Coloro che hanno sostenuto il test hanno deciso di rinunciare a causa della distanza dalla loro abitazione o per gli orari improponibili proposti dal titolare. Una decisione che ha lasciato basito non solo il titolare, ma anche gli extracomunitari che lavorano all’interno dell’azienda da tempo. L’ imprenditore ha affermato che nell’azienza sono presenti degli extracomunitari e che il loro comportamento è del tutto adeguato al contesto in cui sono stati inseriti. 

Ad essere considerati come possibili canditati vi erano 35 italiani, i quali hanno rifiutato a causa degli orari di lavoro inadeguati al proprio ritmo di vita. L’imprenditore afferma: “Siamo rimasti molto delusi, evidentemente si trattava di persone che non avevano realmente bisogno“. 

Conclude così il suo messaggio di amarezza nei confronti di un’Italia che tende a lamentarsi e a non agire. Coloro che si lamentano della condizione in cui vivono sono numerosi, ma pochi sono quelli che vanno alla ricerca di un’occupazione che possa rendere la loro esistenza meno faticosa. In molti credono che sia una notizia fasulla solo per farsi pubblicità e per scoprirlo non ci resta che aspettare delle eventuali novità.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marianna Colonese

Marianna Colonese - Trovare un lavoro per gli italiani sta diventando un'impresa sempre più difficile. Le nuove regole imposte hanno reso il lavoro un luogo insicuro dal quale si può essere licenziati in qualsiasi momento, anche per cause insensate e vergognose. Se ciò che dice il titolare dell'azienda è vero gli italiani devono fare i conti con la propria coscienza e cercare di capire che bisogna faticare per avere uno stipendio simile al giorno d'oggi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!