Iscriviti
Roma

Papa Francesco parla dell’amore e torna sul tema della vita

In Piazza San Pietro 40mila fedeli ascoltano il Papa che spiega cosa significa "restare nell'amore" e lo traduce come amore alla vita, impegno costante e non eccezionale.

Cronaca
Pubblicato il 7 maggio 2018, alle ore 17:34

Mi piace
9
0
Papa Francesco parla dell’amore e torna sul tema della vita

Papa Francesco, al Regina Coeli di ieri 6 maggio 2018, davanti a 40mila persone radunate in Piazza San Pietro, ha ricordato il comandamento di Gesù capace di riassumere tutti i comandamenti, cuore del Vangelo: “che vi amiate gli uni gli altri come io ho amato voi”.

L’invito di Gesù a “restare nel suo amore” è stato tradotto da Papa Bergoglio nell’invito all’amore per gli altri come impegno costante di vita e non riservato a momenti particolari o eccezionali. Torna, tra le righe, il tema della santità nella vita quotidiana possibile a tutti perché fatta di piccoli gesti concreti, ben descritta nell’ultima esortazione apostolica Gaudete et exsultate.

Gli esempi di chiamata alla santità dell’amore di Papa Francesco sono molto chiari e concreti: “Siamo chiamati a custodire gli anziani come un tesoro prezioso e con amore, anche se creano problemi economici e disagi, dobbiamo custodirli”. Il tema degli anziani, da molti considerati fascia debole nella società, riecheggia spesso nelle parole del Papa che ne esorta la cura, la “custodia” e il rispetto della vita.

“Ai malati – continua il Papa -, anche se nell’ultimo stadio, dobbiamo dare tutta l’assistenza possibile”, ricordiamo prima l’impegno e le preghiere, poi le lacrime di Papa Francesco nell’apprendere la morte del piccolo Alfie: “Sono profondamente toccato dalla morte del piccolo Alfie…” aveva scritto su twitter il 28 aprile scorso.

L’ultimo appello del Papa va alla vita in sé, che sempre, deve “essere tutelata e amata (…) dal concepimento al suo naturale tramonto“. Quel “naturale tramonto“, da molti discusso negli ultimi tempi, appare come una direzione chiara nel pensiero del Papa.

Segno concreto di un amore alla vita che va oltre l’età, la malattia, la “distanza”, il Pontefice l’ha posto recandosi a Tor de’ Schiavi, presso la parrocchia romana del Santissimo Sacramento, qui durante una celebrazione eucaristica ha impartito “la cresima a una bambina affetta da una malattia mitocondriale e alla madre“, come si legge nel sito “ansa.it“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Mi piace questo Papa che torna sul tema della vita, dono che tutti posseggono al di là della malattia, dell'età... Mi piace quel senso di rispetto per la vita in sé... quel suo sollecitare l'aiuto fraterno perché la vita di tutti sia dignitosa. Mi è piaciuto molto quel rendere esplicito il "naturale tramonto".

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!