Iscriviti
Palermo

Palermo, accoltellato mentre dorme. Arrestati la moglie e i due figli maggiorenni

Pietro Ferrera, 45 anni, ex militare in pensione, è stato ucciso con alcune coltellate mentre dormiva. E' stata la stessa moglie a chiamare il 118 confessando l'omicidio.

Cronaca
Pubblicato il 15 dicembre 2018, alle ore 17:59

Mi piace
8
0
Palermo, accoltellato mentre dorme. Arrestati la moglie e i due figli maggiorenni

Una donna di 45 anni, Salvatrice Spataro, ha accoltellato a morte insieme ai due figli maggiorenni,  il marito mente dormiva. Il delitto è avvenuto nel quartiere Falsomiele.

È stata la stessa donna ad allertare il 118 dicendo che aveva appena ucciso il marito e che accanto a lei c’era anche il figlio maggiorenne tutto insanguinato. Per l’omicidio, in tarda mattinata, sono stati arrestati anche i due figli maggiorenni della donna: Vittorio, 21 anni, e Mario, 20 anni. Per tutti e tre l’accusa è omicidio. Tutti è tre infatti hanno confessato.

L’omicidio e gli arresti

Per commettere il delitto sono stati usati 3 coltelli differenti: i primi colpi sono stati sferrati dalla moglie che ha accoltellato il marito, Pietro Ferrera, usando un coltello da cucina. Successivamente gli altri colpi sono stati inferti dai due figli con dei coltelli da macellaio, dal momento che in passato avevano svolto quel lavoro.

Dopo l’omicidio la donna ha dapprima contattato il 118 e poi ha spiegato alla polizia le ragioni di quel gesto efferato. La Spataro ha dichiarato che ha ucciso il marito perchè esasperata dai continui litigi tanto che i due figli più piccoli erano stati allontanati dalla casa di famiglia e dormivano a casa della nonna.

L’uomo era un ex militare in pensione e lavorava in un bar vicino piazza del Carmine mentre la moglie era casalinga. Nonostante le incomprensioni costanti, la donna non aveva però mai denunciato il marito per violenze.

Sul luogo dell’omicidio è intervenuto personale della polizia della squadra mobile della Questura di Palermo, mentre il personale medico arrivato  non ha potuto fare altro che constatare l’avvenuto decesso. La salma è stata trasferita nella camera mortuaria all’ospedale Civico di Palermo a disposizione dell’autorità giudiziaria per l’espletamento delle procedure di rito.

La donna insieme ai figli è dunque stata interrogata e posta in stato di fermo. Nei prossimi giorni si procederà all’autopsia del cadavere. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Beatrice Cinnirella

Beatrice Cinnirella - Notizie come queste purtroppo ormai sono all'ordine del giorno. Intere famiglie sterminate e distrutte dall'odio e dalla incomprensioni. Mariti che uccidono mogli. Mogli che uccidono mariti. Padri e madri che uccidono figli e come in questo caso figli che uccidono il proprio padre. Delitti così tragici che non si riescono a spiegare razionalmente.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!