Iscriviti

Padova: con un drone spia l’ex amica. Arrestato

Stalking: questa è la motivazione degli arresti domiciliari per un operaio 53enne di Piove di Sacco. Già segnalato ai carabinieri, l'uomo ha continuato a controllare l'amica con un drone.

Cronaca
Pubblicato il 4 maggio 2018, alle ore 16:24

Mi piace
11
0
Padova: con un drone spia l’ex amica. Arrestato

Vedere volare dei droni, ormai, non è una cosa insolita. Il loro ronzio inizialmente desta sospetto, finché lo sguardo non li localizza. Poi prende un po’ di paura che venga perso il controllo e cadano su di noi, che ci controllino, che ci spiino…come realmente è successo a questa donna di Piove di Sacco.

Un uomo teneva sotto controllo l’amica da una certa distanza, dall’alto, mettendo in moto un drone telecomandato sulla sua casa. Scoperto dai carabinieri, l’uomo è stato arrestato per stalking. L’operaio, 53 anni di Piove di Sacco in provincia di Padova, si trova ora agli arresti domiciliari: gli “viene contestato il reato di atti persecutori ai danni di una donna della sua stessa età, anch’essa residente nel Piovese”, come scrive l’edizione online de il “Mattinopadova.gelocal.it”.

Tutto è iniziato un paio d’anni fa, nel 2016, quando l’amicizia tra i due si è interrotta. La donna, constatando che l’uomo “continuava ad avere condotte moleste nei suoi confronti nonostante la loro frequentazione fosse interrotta”, si legge sempre nello stesso quotidiano, aveva già segnalato ai carabinieri l’ex amico, denunciandolo. 

L’uomo, probabilmente non convinto che un rapporto potesse finire, aveva continuato a starle dietro: la pedinava, le inviava messaggi molesti, e si appostava sotto la sua casa e il suo ufficio. Per questi motivi, nel dicembre 2017 il tribunale aveva preso un provvedimento a carico dell’indagato, una misura per tutelare la donna: il divieto di avvicinamento all’ex amica.

La misura cautelare non è bastata all’uomo per convincerlo a stare lontano dalla sua ex amica, e ha continuato a spiarla, questa volta utilizzando un drone telecomandato: lo faceva volare là, dove la donna viveva e, dall’alto, la spiava.

Così, i carabinieri di Piove di Sacco, per la seconda volta, sono dovuti intervenire. Trovati in casa dell’uomo i due droni utilizzati per spiare la donna, glieli hanno sequestrati, quindi lo hanno messo agli arresti domiciliari.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Ecco un modo non corretto di utilizzare un drone: spiare le persone. I droni sono un giocattolo piuttosto sofisticato che piace a molti, ai piccoli e ai grandi. Un giocattolo che può nuocere, far del male alle persone e che, secondo me, dovrebbe essere utilizzato in spazi aperti, per fotografare la natura, ma mai le persone.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

04 maggio 2018 - 16:25:45

Alla faccia del drone: st'operaio doveva averne di fondi da parte...

0
Rispondi