Iscriviti
Milano

Oncologo invia pubblicità elettorale ai suoi pazienti. Denuncia sui social

A quanto pare, un medico avrebbe inviato lettere con scopi elettorali ai suoi pazienti. La denuncia arriva da un candidato di centro-sinistra sui social network.

Cronaca
Pubblicato il 22 febbraio 2018, alle ore 10:04

Mi piace
4
0
Oncologo invia pubblicità elettorale ai suoi pazienti. Denuncia sui social

La denuncia arriva dal sindaco di Bergamo e candidato del Pd Giorgio Gori. Un medico inviava lettere ai suoi pazienti ed ex pazienti con scopi elettorali. L’invio sarebbe avvenuto da parte dell’oncologo Alessandro Testori, a quanto pare grande estimatore dell’assessore alla Sanità della Regione Lombardia, Giulio Gallera, candidato con Forza Italia.

Giorgio Gori scrive sul suo profilo Facebook, in merito alla questione: “Curare i malati di tumore e poi usarne gli indirizzi per fare campagna elettorale: pensavo si trattasse di un malcostume appartenente ad un’altra epoca. E invece, devo constatare che in questa regione l’ingerenza della politica sulla sanità è ancora all’ordine del giorno”. Poi prosegue indicando il nome del mittente della lettera e del politico sostenuto da Testori. 

Conclude poi Gori: “La cosa, di per sé molto grave, è resa ancora più spiacevole – da un dettaglio: la destinataria della lettera, una donna, è purtroppo deceduta nel 2011“. Questo il post del candidato del Pd, con in allegato la foto della lettera inviata ai pazienti dall’oncologo Testori.

L‘Istituto Europeo di Oncologia di Milano si è subito dichiarato estraneo ai fatti ritenuti incresciosi, sull’utilizzo dei recapiti di pazienti (che dovrebbero godere di privacy), per scopi politici. Inoltre l’Istituto specifica che il dottor Alessandro Testori, da Marzo 2017 non ha più alcun rapporto professionale con lo IEO. E inoltre spiegano: “L’utilizzo improprio di contatti da parte del dottor Testori , non è in alcun modo addebitabile all’Istituto che si riserva di intraprendere ogni azione legale ritenuta utile a tutela dei suoi pazienti e della sua immagine”.

L’Istituto in una nota ha inoltre precisato che ha consentito all’oncologo, nel rispetto dell’attuale normativa, di segnalare semplicemente il cambio di struttura ai pazienti già in cura e presi in carico dal dott. Testori, per garantire il rapporto medico-paziente. Ma l’utilizzo improprio dei contatti ottenuti non è addebitabile in alcun modo all’Istituto.

Il candidato governatore di centro-destra della Lombardia, Attilio Fontana ha dichiarato “Io penso che sia un libero professionista che ha espresso le sue preferenze“. E alla domanda dei cronisti in merito a questo episodio ed eventuali imbarazzi, l’ex sindaco ha risposto: “Non lo so, chiedetelo a lui. Mi sembra che il passaparola sia fatto anche di quello“.
Insomma la lotta alle elezioni prosegue e sembra che non ci sia fine alla propaganda messa in atto in tutti i modi possibili.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Serena Spaventa

Serena Spaventa - Sono sconcertata da questa cosa. Mettendo da parte i partiti, se siano di destra o di sinistra, credo che ci sia bisogno prima di tutto di rispetto, soprattutto da parte di alcune figure professioniste come un medico. C'è il rispetto e l'obbligo di privacy, non possono essere utilizzati gli indirizzi dei pazienti per i propri scopi personali, anche se politici.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!