Iscriviti
Bologna

Nonno violenta la nipote di 6 anni. L’incubo finisce quando la bambina trova il coraggio di dirlo alla babysitter.

Un nonno di 70 anni abusava sessualmente della nipote di 6 anni. I genitori hanno scoperto quanto stesse accadendo dalla babysitter, la piccola era riuscita a confidarsi solo con lei.

Cronaca
Pubblicato il 16 dicembre 2018, alle ore 08:19

Mi piace
12
8
Nonno violenta la nipote di 6 anni. L’incubo finisce quando la bambina trova il coraggio di dirlo alla babysitter.

Una coppia di genitori quando doveva recarsi al lavoro affidava la loro bambina di 6 anni al nonno paterno, credevano che in questo modo la piccola sarebbe stata al sicuro e protetta.

L’uomo settantenne di Padova non si limitava ad accudire la piccola, non appena possibile la portava con sé nella casa di campagna,  in quella casa abusava sessualmente della nipote costringendola a praticare atti sessuali su di lui.

Un giorno, la madre della bambina riceve la richiesta della baby-sitter di poter parlare con lei in privato.

Le indagini

La bambina, mentre giocava con la sua baby sitter ha trovato la forza di raccontare la violenza subita dal nonno; la baby-sitter ha deciso di raccontare alla madre le confidenze ricevute. Da qui è partita la denuncia dei genitori ai carabinieri.

Le forze dell’ordine hanno iniziato subito le indagini dalle quali è emerso che il nonno portava la piccola nella casa di campagna con la scusa di dare da mangiare ai gattini. Qui chiedeva alla piccola di “giocare al dottore” e intimava alla piccola di non raccontare a nessuno il loro segreto. Per mesi la piccola, intimorita dal nonno, non ha raccontato a nessuno quanto accadeva nella casa di campagna finché un giorno ha deciso di confidarsi con la baby-sitter.

I genitori della bambina di 6 anni non hanno mai dubitato della verità di quanto raccontato dalla loro figlia, così come i carabinieri. In soli 30 giorni hanno arrestato l’uomo chiamato “nonno orco”. 

Il settantenne era stato arrestato nello scorso febbraio; messo di fronte alle accuse ha ammesso tutte le sue responsabilità, specificando però che lui stesso era vittima di un impulso irrefrenabile, è arrivato addirittura ad accusare la nipotina di averlo provocato.

L’udienza

L’uomo è stato processato dal Tribunale di Bologna con rito abbreviato, poche ore fa è stata emessa la sentenza che lo condanna a 8 anni di reclusione. Il tribunale ha inoltre imposto all’uomo di versare un risarcimento di 100 mila euro alla nipotina e di €50000 e i suoi genitori che si erano costituiti parte civile durante il processo.

Dal momento in cui la baby-sitter ha raccontato le confidenze della bambina il settantenne è stato allontanato da tutta la sua famiglia. La moglie sconvolta ha lasciato il marito chiedendo il divorzio. Il figlio fin dal primo momento in cui le è stato raccontato quanto stesse accadendo ha deciso di allontanare il padre dalla sua vita rifiutando di avere contatti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Daniela Marella

Daniela Marella - Una notizia sconvolgente perché i nonni somo il primo punto di riferimento per prendersi cura dei nipoti. Oltre al dolore per quanto subito dalla piccola vi si aggiunge la rabbia per aver lasciato la bambina con il nonno ed i sensi di colpa per non aver capito. Per non parlare della domanda che si porranno "perché la bambina non lo ha raccontato a noi?".

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!