Iscriviti

Monza, violentatore seriale fermato. La Procura di Monza: "Vittime scelte nei centri commerciali"

L'uomo fermato è italo-brasiliano e sceglieva le sue vittime nei centri commerciali. La procura ha scelto di diffondere il video dell'arrestato per incoraggiare altre potenziali vittime.

Cronaca
Pubblicato il 28 marzo 2018, alle ore 10:17

Mi piace
3
0
Monza, violentatore seriale fermato. La Procura di Monza: "Vittime scelte nei centri commerciali"

Si chiama Raul Rodriguez De Silva, l’italo-brasiliano, di 35 anni arrestato a Imola (Bologna) con l’accusa di violenza sessuale ai danni di due ragazzine minorenni a Casatenovo (Lecco) e Monza. Secondo il procuratore di Monza, Luisa Zanetti, l’uomo sarebbe un “violentatore seriale“che pianificava le aggressioni e sceglieva le vittime nei centri commerciali.

L’arresto dell’uomo è avvenuto ad Imola, con l’accusa di violenza nei riguardi di due minorenni. E proprio per il sospetto che sia un violentatore seriale, la procura ha scelto di diffondere foto e video per incoraggiare altre possibili vittime a denunciare l’uomo. Al momento dell’arresto De Silva, stava progettando una nuova aggressione sessuale nei confronti di una ragazzina adolescente.

Il procuratore della Repubblica di Monza, Luisa Zanetti ha dichiarato: “Visto il suo passato e il suo agire, riteniamo possa trattarsi di un violentatore seriale”. L’uomo, 35enne, era già stato condannato in passato – a 4 anni – per altri tre episodi di violenza verso minorenni, inoltre ha precedenti per lesioni, minacce, violenza privata ed ingiurie.

Le ricostruzioni sul caso sono state fatte dalla Squadra Mobile di Milano insieme al Commissariato di Monza, che lo hanno fermato ed identificato prima che potesse agire ancora. Durante le indagini De Silva è stato filmato dalle telecamere del centro commerciale “Iper” in viale Stucchi di Monza, nei momenti in cui ha spiato per oltre un’ora una giovane adolescente di 12 anni all’interno di un fast food. L’uomo ha poi seguito la ragazzina fino a casa e successivamente l’ha aggredita in ascensore. Lo stesso modus è stato usato nell’aggressione a Casatenovo, nei riguardi sempre di una ragazzina, stavolta aggredita nell’ingresso del palazzo.

Il GIP di Bologna ha convalidato il fermo, disponendo la custodia cautelare in carcere. Nel frattempo sono in corso altre indagini per analizzare eventuali coinvolgimenti di De Silva in ulteriori episodi di violenza o abuso con analoghe modalità. La polizia invita potenziali vittime a denunciare e farsi avanti senza paura.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Serena Spaventa

Serena Spaventa - I centri commerciali possono essere terreno di caccia per queste persone, in quanto sono pieni di adolescenti o persone che si recano in questi luoghi. Ottime le indagini compiute dal Procura di Monza e soprattutto l'idea di diffondere il video per invitare altre possibili "vittime" a denunciare ciò che gli è accaduto e dare quindi una condanna esemplare a questa persona.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!