Iscriviti

Miss disabile insultata sui social: “Ti votano perché sei storpia”

Chiara Bordi, la giovane 18enne disabile candidata a Miss Italia, è stata aspramente insultata da "Mirella" a causa della sua disabilità. Su Instagram, Chiara le risponde: "A me mancherà pure un piede, ma a lei manca cervello e cuore".

Cronaca
Pubblicato il 16 settembre 2018, alle ore 12:59

Mi piace
8
0
Miss disabile insultata sui social: “Ti votano perché sei storpia”

Fai schifo, vattene a casa e non fare pena agli italiani che ti votano xke sei storpia“, parole cattive, piene di rabbia, sono arrivare a Chiara Bordi via social. La giovane, oggi 18enne, 5 anni fa ha avuto un grave incidente in motorino e, da allora, porta una protesi alla gamba sinistra che non la spaventa perchè è decisa a sfilare sulla passerella del famoso concorso di bellezza.

Se non è riuscita la protesi a fermarla come concorrente di Miss Italia, non vi riusciranno nemmeno le parole di “Mirella”, la donna che ha osato punzecchiare Chiara nel punto debole.

La risposta di Chiara

Chiara Bordi, vive a Tarquinia (Viterbo), frequenta l’ultimo anno del liceo classico e, nel periodo estivo, lavora come barista. Una ragazza normale e impegnata che, dopo aver riflettuto, ha pensato di rispondere a Mirella. Il lungo post si può leggere nelle Stories di Instagram. Chiara scrive che il commento della ‘signora’ le scivola via, non la sfiora nemmeno: “Mi dispiace molto per lei perché a me mancherà pure un piede ma a lei manca cervello e cuore“, le due vere e uniche qualità che, secondo Chiara, contano.

Il testo della giovane continua affermando che, dal suo punto di vista, la cattiveria di Mirella “nasconde frustrazione e insoddisfazione personale“. Le persone che si comportano così, invece di migliorarsi nella vita, preferiscono attaccare gli altri cercando di portarli basso, “al loro stesso livello“. Insultare gli altri, i loro traguardi, da dietro il computer è facile – scrive Chiara – ben più difficile è “alzarsi e combattere.

E’ assurdo – scrive la giovane – che le critiche giungano da una persona adulta, mentre lei, 18 anni appena, cerca il modo per ‘giustificarla’. Invece del “votatemi perché sono storpia“, avrebbe dovuto ricevere un “guardatemi, mi manca un piede ma non ho paura di mostrarmi al mondo.

La solidarietà dei lettori

In molti si sono fatti vivi con la giovane Miss inviandole messaggi di solidarietà, incoraggiandola ad andare avanti nonostante le offese, elogiando la sua grande forza di volontà. Chiara ringrazia tutti senza nascondere l’emozione: “Mi avete fatto quasi scendere una lacrimuccia a leggere tutti questi commenti e tutto questo sostegno“.

Vincere il concorso a Miss Italia non è la cosa a cui più aspira Chiara, e nemmeno il suscitare compassione attorno a sé. Ciò che la giovane vuole è far capire alle persone ottuse “che una ragazza senza un arto può gareggiare al pari di tutte, che la diversità non è vincolante, che la vita non si interrompe mai ed è sempre bella“, anche quando pare non sia così. Il dramma nella vita non ha l’ultima parola: si rinasce e si riprende più forti di prima, l’importante è reagire.

Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Indirei un Concorso "Maturi nella vita", e il premio lo assegnerei non a chi ha parole convincenti, non a chi ha belle idee, non a chi ha un buon posto di lavoro, ma a chi - con o senza tutto questo - sa affrontare la vita con coraggio, giorno dopo giorno e, al di là dei "drammi" cui va incontro, continua a guardare al giorno dopo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!