Iscriviti
Firenze

Membri della famiglia Renzi sotto inchiesta: spariti 6,6 milioni di dollari destinati ai bambini africani

Oltre 6,6 milioni di dollari adibiti ad attività di assistenza di bambini africani sarebbero transitati sui conti privati di Conticini, fratello di uno dei cognati di Renzi. Altri membri della famiglia sono indagati.

Cronaca
Pubblicato il 9 agosto 2018, alle ore 13:23

Mi piace
4
0
Membri della famiglia Renzi sotto inchiesta: spariti 6,6 milioni di dollari destinati ai bambini africani

L’accusa, se acclarata, è gravissima. Sui conti privati di Alessandro Conticini, fratello maggiore di uno dei cognati di Matteo Renzi, sono transitati oltre 6,6 milioni di dollari destinati ad attività di assistenza di bambini africani utilizzati, in realtà, per sostanziosi investimenti immobiliari e, in misura minoritaria, per l’acquisto di quote di alcune società della famiglia Renzi.

Conticini, da anni impegnato nelle presunte attività umanitarie, era socio e direttore di Play Therapy Africa Ltd: dalle indagini della Guardia di Finanza e dalle rogatorie all’estero disposte dal procuratore aggiunto Luca Turco e dal sostituto Giuseppina Mione è emerso un quadro sconcertante. Alessandro Conticini, 42 anni, e il fratello minore Luca, 37, che operava sui conti della Play Therapy Africa, sono sotto inchiesta per appropriazione indebita aggravata e autoriciclaggio.

Alessandro Conticini è stato il rappresentante dell’Unicef ad Addis Abeba, dell’Associazione per la Play Therapy, con la quale ha costituito la Play Therapy Africa, e fra il 2008 e il 2016 ha incassato circa 10 milioni di dollari di fondi destinati ai bambini africani.

Il terzo fratello, Andrea, marito di Matilde Renzi, sorella dell’ex presidente del consiglio, è indagato per riciclaggio, per gli acquisti, a nome del fratello Alessandro, di quote di tre società: la Eventi 6 della famiglia Renzi, la Quality Press Italia e la Dot Media di Patrizio Donnini e di sua moglie Lilian Mammoliti, legati sempre ai Renzi.

L’inchiesta della procura di Firenze è principiata da alcune segnalazioni bancarie: sui conti correnti personali di Alessandro Conticini, presso la Cassa di Risparmio di Rimini, sono transitati quasi 6,6 milioni e la procura sostiene che una parte del denaro sia il compenso di Conticini, di sua moglie e dei loro collaboratori.

Alla Eventi 6 sono giunti 133 mila euro, alla Quality Press Italia 129 mila, alla Dot Media 4 mila.

La Fondazione Pulitzer è stata il principale donatore, attraverso l’organizzazione no profit Operation Usa, ha versato alla Play Therapy Africa 5,5 milioni di dollari; a seguire troviamo Unicef che ha elargito 3,8 milioni di dollari e  altre organizzazioni umanitarie australiane, americane ed europee, che hanno versato quasi 900 mila dollari.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Chiara Lanzini

Chiara Lanzini - Devo dire che la famiglia Renzi sorprende sempre. Dopo che la procura di Firenze ha fatto richiesta al gip di rinvio a giudizio per Tiziano Renzi e Laura Bovoli, genitori dell'ex premier Matteo Renzi, con l'accusa di emissione di fatture false, troviamo ulteriori nomi riconducibili alla famiglia sotto inchiesta. Inquietante sicuramente.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!