Iscriviti

L’ultimo tratto di strada di Benedetto XVI: "Sono in pellegrinaggio verso Casa”

Benedetto XVI, Papa emerito, in risposta alla richiesta dei lettori del Corriere della Sera, ha scritto una lettera in cui manifesta sentimenti di gratitudine per quel sentirsi, nella fatica dei giorni, accompagnato da tanto affetto.

Cronaca
Pubblicato il 9 febbraio 2018, alle ore 15:50

Mi piace
9
0
L’ultimo tratto di strada di Benedetto XVI: "Sono in pellegrinaggio verso Casa”

Nel lento scemare delle forze fisiche, interiormente sono in pellegrinaggio verso Casa…“, questo il cuore della lettera che il Papa emerito Benedetto XVI ha scritto e inviato al giornalista Massimo Franco, in risposta alla richiesta dei lettori del Corriere della Sera che desideravano avere notizie circa la sua salute.

Massimo Franco si era fatto portavoce dei lettori e raggiungendo Papa Ratzinger aveva fatto presente la preoccupazione di molti nelle continue richieste di conoscere le sue condizioni di salute. Papa Benedetto XVI, con una breve missiva, non ha fatto attendere la sua risposta. La lettera è stata pubblicata integralmente sulla prima pagina del Corriere un paio di giorni fa, il 7 febbraio 2018. 

Joseph Ratzinger, scrive “Caro dott. Franco mi ha commosso che tanti lettori del Suo giornale desiderino sapere come trascorro quest’ultimo periodo della mia vita. Posso solo dire a riguardo che, nel lento scemare delle forze fisiche, interiormente sono in pellegrinaggio verso Casa”. La sua lettera continua confidando che accoglie come una grande grazia il sentirsi circondato da attenzioni di amore, di bontà che mai avrebbe nemmeno potuto immaginare nell’ultimo tratto di strada della sua vita che a volte risulta essere un po’ faticoso.

Tra le persone che sente presenti, scrive il Papa emerito, considera anche quelle che, al Corriere della Sera, chiedono di lui, della sua salute; è un modo anche questo di accompagnarlo, interessandosi, e poi aggiunge: “Per questo non posso far altro che ringraziare, nell’assicurare da parte mia a voi tutti la mia preghiera. Cordiali saluti“.
In calce, in caratteri minuti, c’è la sua firma.

Papa Benedetto XVI l’11 febbraio 2013, 5 anni fa, aveva rinunciato al pontificato, annunciando che la sera del 28 febbraio, alle ore 20.00 la sede di Pietro sarebbe divenuta vacante. Un paio di settimane dopo, il 13 marzo, il Conclave si è riunito ed ha eletto papa Jorge Mario Bergoglio, vescovo argentino che ha assunto il nome di Francesco.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Fa tenerezza questa voce che esce dal silenzio per scelta, per età, per circostanza. Certo che Papa Benedetto XVI deve sentirsi accompagnato con la preghiera e circondato dall'affetto di molti. Sarebbe bello ogni tanto avere sue notizie, non quelle di cronaca da rotocalchi, ma quelle che vorrebbe avere chiunque per una persona cara.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!