Iscriviti

Lettera a Matteo Salvini: "Grazie per far vivere i miei figli nel terrore"

Su Facebook è stata pubblicata la lettera di una mamma adottiva che, preoccupata per il futuro dei suoi figli africani, ha scritto alcune righe a colui che ritiene responsabile del loro malessere: Matteo Salvini, il leader della Lega.

Cronaca
Pubblicato il 1 marzo 2018, alle ore 17:45

Mi piace
5
0
Lettera a Matteo Salvini: "Grazie per far vivere i miei figli nel terrore"

Sta facendo il giro del web la lettera che una mamma adottiva ha destinato a Matteo Salvini, una lettera che esprime il disagio e il malessere che i figli, un bambino di dodici anni e una bimba di sette, entrambi africani, stanno vivendo in questo momento, un  momento in cui i più importanti valori umani sono stati cancellati dall’odio, dalla violenza, e dalla vendetta.

La mamma, Gabriella Nobile di Milano, rivolgendosi a Matteo Salvini, scrive: “grazie mille per i momenti di terrore che hai regalato ai miei figli“. Una mamma che ha compiuto un grandissimo e nobile gesto, l’adozione, e che ora si ritrova a dover rispondere alla domanda della piccola: “mamma, ma se vince quel signore che non ci vuole tanto bene, dobbiamo tornare in Africa?”.

Cosa rispondere ad una domanda del genere? Oppure, cosa dire al figlio di 12 anni che quando rientra a casa dall’allenamento di pallone piange perché i compagni lo hanno chiamato “n. di merda torna a casa tua” o “voi n. state ammazzando le nostre donne?”Insulti, minacce che nessuna persona dovrebbe mai sentire, figuriamoci un bambino. Bambini che hanno trovato una famiglia, e che ora vivono con la paura di essere nuovamente abbandonati.

La colpa di tutto questo, sempre secondo la mamma, sarebbero le tante propagande razziste che vanno a colpire le persone di colore, i rifugiati, i migranti, ma anche i gay e i poveri, tutte persone diverse in una maniera o in un’altra, ma comunque uguali perché esseri umani. L’Italia è di chi la vive non di chi ci nasce.

Si conclude così la lettera di Gabriella, che – rivolgendosi sempre a Salvini – scrive che l’Italia è di chi la vive, di chi la rispetta, non di chi ci nasce. “Questo odio vuole solo nascondere le cose peggiori che in questo paese si fanno e si vogliono tenere nascoste”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Laura Muretti

Laura Muretti - La paura di Gabriella non è infondata, ma basata su una realtà che purtroppo ha sostituito i sacri valori del passato, amore, rispetto, fiducia, in odio e violenza, senza parlare delle tante e troppe azioni punitive "fai da te" che stanno girando nella mente di alcune persone. Vendette che mirano solo a colpire i "diversi", che possono essere riassunte in due parole: razzismo e bullismo. Cosa sta succedendo nel mondo? Il 4 Marzo porterà la pace o la guerra?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!