Iscriviti

Lecco, 21enne dona il midollo al padre: "sto ridando la vita a chi me l’ha donata"

Con un post su Facebook, una 21enne racconta il suo gesto per salvare il padre. Poche e toccanti parole per invitare i giovani ad iscriversi all'Admo per essere donatori di midollo osseo.

Cronaca
Pubblicato il 5 novembre 2018, alle ore 13:08

Mi piace
3
0
Lecco, 21enne dona il midollo al padre: "sto ridando la vita a chi me l’ha donata"

Ci sono volute pochissime ore perché il post sul profilo Facebook di una 21enne di Lecco diventasse virale. Sono centinaia i mi piace e le condivisioni che Giulia Muttoni ha ottenuto con il gesto compiuto per amore del padre, raccontato con una foto che la vede sorridente su un letto d’ospedale, mentre procede con la donazione del midollo osseo

Quello della donazione del midollo osseo è un tema molto discusso in questi giorni, nel nostro paese. Dopo la terribile notizia che vede protagonista Alessandro, un bambino di un anno e mezzo che sta combattendo contro il tempo ed una malattia rarissima, molti giovani in tutta Italia si sono mossi per fare gli esami di compatibilità. Anche Giulia, nel raccontare il gesto compiuto in prima persona, vuole cogliere l’occasione per spronare i giovani in salute tra i 18 e i 35 anni ad iscriversi all’Admo, diventando così donatori e salvatori di vite umane.

Giulia, l’eroina di papà

30 e 31 Ottobre. Due giorni che non scorderò mai“, così si apre il post scritto su Facebook da Giulia Muttoni, una ragazza di 21 anni che studia scienze infermieristiche a Milano Bicocca, e che nel tempo libero fa volontariato presso la Croce Rossa di Premana. Il motivo, che ha portato la sua storia a fare presto il giro dell’intero paese, è la scelta della 21enne di donare il midollo osseo al padre gravemente malato, con la speranza di poterlo guarire al più presto ed in modo definitivo.

A commuovere gli utenti del web sono state le parole scelte dalla ragazza per descrivere quel momento. Nella foto che accompagna il post, si può vedere Giulia sorridente mentre procede con la donazione del midollo osseo. Ventuno anni fa il padre le diede la vita, ed ora lei gliela vuole restituire: così racconta sul suo profilo Facebook il gesto compiuto.

Giulia però, non vuole fermarsi nel raccontare quanto fatto, ma lancia un vero e proprio appello a tutti i giovani che soddisfano i criteri per potersi iscrivere all‘Admo. La 21enne parla della donazione del midollo osseo come di qualcosa di indolore, e che invece ti procura una felicità tanto grande da non poterla neanche immaginare o descrivere. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Sono dell'idea che storie come questa vadano raccontate. Le persone hanno bisogno di sapere che in Italia e in tutto il mondo non esiste solo violenza e crudeltà. Penso che ci sia bisogno di storie che danno speranza nella vita e nel genere umano per poter continuare a dare sempre il meglio di noi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!