Iscriviti
Napoli

Investe dei ciclisti. Arrestato per omissione di soccorso

Ttre albanesi si stavano recando a lavoro in bicicletta ma sono stati investiti da un ragazzo in auto. Uno è morto. Il responsabile non si è fermato per prestare soccorso

Cronaca
Pubblicato il 3 ottobre 2018, alle ore 11:11

Mi piace
3
0
Investe dei ciclisti. Arrestato per omissione di soccorso

Un ragazzo di 24 anni ha investito, nella zona del napoletano, a Gugliano, tre albanesi che in bicicletta si stavano recando sul posto di lavoro. L’incidente è avvenuto di mattina intorno alle 6. Il giovane fugge senza dare loro soccorso: uno resta ferito, l’altro muore. Aveva 26 anni.

Il 24enne si ferma poco dopo ma solo per cambiare una ruota.

L’incidente e l’arresto

Un 24enne, alla guida della sua utilitaria blu, con motore truccato, ha investito tre uomini che con la loro bicicletta stavano andando a lavorare nei campi.
La strada che stavano percorrendo, tra il napoletano e il casertano, era molto stretta ma rettilinea. Dei tre ciclisti travolti, tutti di nazionalità albanese, uno è deceduto mentre gli altri hanno riportato ferite e contusioni e sono finiti in ospedale.

Il 24enne non si è fermato per prestare soccorso e chiamare i necessari soccorsi; si è allontanato per poi fermarsi per cambiare una ruota che, a causa dell’urto, si era sgonfiata. Tornato a Villa Literno (CE), la sua città, è andato dal suo carrozziere di fiducia per farsi riparare i danni provocati dall’impatto. L’auto aveva delle ammaccature e necessitava della sostituzione del parabrezza che si era rotto a causa dell’urto con i ciclisti.

I carabinieri, giunti sul luogo dell’incidente, hanno effettuato i rilievi, raccolti dati ed informazioni, sequestrato la bicicletta dell’albanese morto e raccolto alcuni frammenti della macchina.In base alle indagini e alle immagini di videosorveglianza installate in alcuni negozi del paese, i carabinieri di Giugliano sono riusciti a rintracciare l’auto e l’hanno ispezionata. Proprio in quel momento è giunto il ragazzo all’officina per accertarsi dell’avanzamento dei lavori sulla sua vettura.

Il giovane ha ammesso le sue responsabilità davanti alle forze dell’ordine ed è stato arrestato. È accusato di omicidio stradale e omissione di soccorso. In attesa del processo, il 24enne è agli arresti domiciliari per ordine della Magistratura.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giovanna Barone

Giovanna Barone - Come è possibile che dinnanzi a un incidente ci siano persone che fuggono negando le loro colpe e responsabilità? Quando si tratta di vite umane bisogna riuscire a reagire e agire secondo legge e morale umana. Darsi alla fuga significa essere accusati di omissione di soccorso e, fortunatamente, non sempre i pirati delle strade riescono a farla franca.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!