Iscriviti

Incendio Pisa, inferno sul monte Serra. Le fiamme vanno verso Calci

Nelle ultime ore a Pisa si sta lottando per spegnere un incendio, forse di natura dolosa. Evacuate abitazioni e scuole. Grande impegno delle forze dell'ordine, dei vigili del fuoco e della protezione civile per supportare e aiutare gli sfollati.

Cronaca
Pubblicato il 25 settembre 2018, alle ore 12:07

Mi piace
9
0
Incendio Pisa, inferno sul monte Serra. Le fiamme vanno verso Calci

Un grande incendio è divampato sul Monte Serra, in provincia di Pisa, intorno alle ore 22 di lunedì 24 settembre. Le fiamme si dirigono verso Calci e sono visibili a chilometri di distanza.

I forti venti che in questo momento soffiano sulla zona destano preoccupazione per la salvaguardia del territorio, delle abitazioni e della popolazione. Centinaia di persone sono state invitate dal sindaco di Calci, Massimiliano Ghimenti, ad evacuare la zona in via cautelativa. Chiuse anche le scuole.

Le operazioni di salvataggio

Si pensa che l’incendio sia di origine dolosa; il Ministro dell’ambiente, Costa, che sta seguendo il caso e le operazioni di salvataggio, attraverso l’ufficio stampa fa sapere che “E’ importante che si faccia chiarezza sull’origine dell’incendio che ha distrutto un bosco e messo a repentaglio la vita delle persone”. L’incendio è stato appiccato nella zona in cui sono presenti anche antenne di numerose emittenti radiofoniche e televisive.

Secondo il governatore della Regione Toscana, Enrico Rossi, sono almeno 600 gli ettari andati a fuoco e 500 gli sfollati. La Protezione civile, con il Comune di Calci, ha predisposto l’evacuazione delle frazioni di Montemagno, Fontana Diana, San Lorenzo, Nicosia e Crespignana. Il Sindaco di Calci, Massimiliano Ghimenti, in un post su Facebook scrive: “I vigili del Fuoco stanno operando al massimo, ma se non cala il vento e non si alzano i mezzi aerei è impossibile spegnere l’incendio”.

Impegnati nelle operazioni di salvataggio ed assistenza agli sfollati sono 180 vigili del fuoco e 50 volontari della protezione civile. Per spegnere l’incendio si stanno usando anche due Canadair e, dall’aeroporto di Napoli Capodichino sta raggiungendo la zona dell’incendio anche un elicottero S64. Il mezzo, in dotazione alla Forestale, permette di trasportare un’enorme quantità di acqua. In questo modo, le operazioni di soccorso saranno più veloci e rapide e si eviterà che le fiamme si propaghino ulteriormente.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giovanna Barone

Giovanna Barone - Quando si parla di incendi dolosi o, si suppone ci siano queste motivazioni, non si può fare altro che riflettere sul valore che si dà alla vita e a quella altrui. Speriamo che l'incendio sia domato in fretta, che gli abitanti possano rientrare nelle proprie case in piena sicurezza e che non ci siano ingenti danni al territorio.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!